Informatica: aziende cercano 13.800 professionisti, ma non si trovano

Sabato 7 Aprile 2018 di Nicola Munaro
Giovani al computer
23
PADOVA - Come cercare un ago in un pagliaio: sviluppatori, system e business analyst, specialisti di Big Data, cyber security, IoT specialist, sono solo alcuni dei profili di cui le aziende non potranno fare a meno. A cui si aggiungono le professioni come il legale, le risorse umane o l’amministrazione ma per cui le competenze digitali saranno indispensabili.

In tutto si tratta di 13.800 posti di lavoro ad alta specializzazione digitale – e non solo - che il Nordest cerca e mette a disposizione, senza però trovare figure adatte al ruolo. Nel triennio 2016-2018 il fabbisogno stimato è di 85mila nuovi competenti e professionisti Ict, di cui 65mila nuovi e 20mila già dipendenti da educare alla tecnologia sul lavoro. Stando all’analisi delle offerte di lavoro sul web, il Nordest esprime una domanda annuale del 23% (13.800), spesso non soddisfatta perché le imprese faticano a trovare i profili giusti nei tempi imposti dal mercato e dall’incessante digitalizzazione ai tempi di Industria 4.0. Con il paradosso di un tasso di disoccupazione giovanile al 32,8%, senza però che ci siano giovani da assumere. Ed è per questo che martedì Stage.It, il Career Day promosso dall’Ict Lab di Confindustria Padova per favorire percorsi ad alto contenuto formativo nel settore Ict, è pronto a tornare in Fiera a Padova e mettere sul piatto 184 progetti di tirocinio in ambito digitale, offerti da 77 aziende di Padova e Treviso e destinati a studenti universitari dell’ateneo di Padova e di Ca’ Foscari (Venezia). Un’intera giornata, organizzata da Confindustria Padova e Unindustria Treviso, e dedicata all’incontro tra le imprese di tecnologie dell’informazione e della comunicazione e gli studenti dei corsi di laurea triennali in informatica, ingegneria informatica, statistica dei due atenei.
  Ultimo aggiornamento: 08:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA