Murano-Littizzetto, la comica si scusa e si rivolge a Draghi: "Se la segni tra le cose da fare"

Lunedì 8 Febbraio 2021
Murano-Littizzetto, la comica si scusa e si rivolge a Draghi: "Se la segni tra le cose da fare"
4

VENEZIA - Con un pizzico di ironia, ma si è scusata. Luciana Littizzetto chiude così la bagarre sui "gatti storti" di Murano, con un appello a Draghi e con un video sulla difficile situazione delle fornaci. "Credevo di far incazzare le case farmaceutiche e invece si è incazzato "Brugni", Brugnaro, il sindaco di Venezia". In chiusura della trasmissione "Che Tempo che fa", la comica torinese ha voluto approfondire la questione. "Mi sono chiesta: perché si sono arrabbiati tanto? E allora sono andata a vedere, la situazione di Murano è devastante tra acqua alta e Covid. Allora dico che la fessitudine dei comici a volte serve, scoperchia situazioni che non si conoscono". Sul finale, un appello a Draghi. "Ecco si segni "Murano" tra le cose da fare. E non metta gatti storti". Fino a sottolineare, però, con la solita ironia, che "ormai non si può più dire niente, qua si incazzano tutti". 

 

Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA