In moto negli Usa con gli amici per festeggiare i 50 anni: morto nello schianto

PER APPROFONDIRE: enrico marafatto, incidente, morto, moto
Muore in moto nel viaggio con  gli amici per la festa dei suoi 50 anni

di Alberto Francesconi

MESTRE - Era partito per gli Usa con alcuni amici per festeggiare col viaggio in moto i suoi 50 anni, ma sulle strade della California ha trovato la morte. Un incidente stradale è stato fatale a un architetto di Favaro, Enrico Marafatto, 50 anni, sposato e padre di 3 bimbi. L'incidente è avvenuto domenica, quando in Italia per via del fuso orario era già notte, stando a quanto comunicato dal personale del consolato italiano, mentre il professionista era alla guida della sua moto. Inutili i tentativi di soccorso anche da parte degli amici.

Nella notte è stata informata della tragedia la moglie di Enrico Marafatto, Elisabetta Scattolin, 44 anni.
La notizia della scomparsa dell'architetto, che lavorava nel suo studio di via Monte Cervino a Favaro con il collega Christian Valeri, si è diffusa nel giro di poche ore a Campalto, dove la famiglia viveva fino a un paio di anni fa in via Gobbi, e quindi a Favaro. Particolarmente colpiti della tragedia il vice presidente del Consiglio comunale, Saverio Centenaro e l'assessore Boraso.



 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 24 Aprile 2018, 05:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
In moto negli Usa con gli amici per festeggiare i 50 anni: morto nello schianto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2018-04-25 11:51:00
Non si sa ancora cosa sia successo: sarebbe opportuno aggiornare l'articolo, visto l'interesse che solleva
2018-04-24 23:01:21
Che commenti stupidi,manco stesse arrampicandosi sul K2 a mani nude.....
2018-04-24 17:08:04
mah..io dico che tutti abbiamo un tipo di destino..biologico, si sa quando si nasce e per fortuna non si sa quando e in che maniera si muore, uno puo' fare quello che vuole nella vita, ma quando e' la sua ora..non c'e' niente da fare, e' triste quanto ho scritto, ma i vari se non andava..se..se..- era la sua ora e basta- RIP
2018-04-24 17:02:33
Ma che ne sapete voi della vita della gente? Vi permettete di giudicare le azioni di una persona che non conoscete e che ahimè non può nemmeno difendersi. Saranno stati anche affari suoi se era negli USA in moto con gli amici e la famiglia a casa! Fatevi la vostra vita e lasciate che gli altri si facciano la loro e un po' di rispetto per quei familiari che si imbatteranno ahimè per loro nei vostri sterili commenti
2018-04-25 08:35:21
Sono assolutamente d'accordo. E mi infastidiscono poi i commentatori col ditino puntato e l'atteggiamento odioso del grillo parlante che danno lezioni da Buoni Padri Di Famiglia. Soprattutto perchè il protagonista non aveva affrontato un'avventura rischiosa di suo. Non era in California per osservare dal vivo i serpenti a sonagli. Poteva morire esattamente nella stessa maniera andando in motorino a comprare la torta di compleanno a Carpenedo! O cadendo dall'imbarcadero di S.Elena come successe ad uno tempo fa. E' interessante però osservare tutto questo, che evidenzia la piccineria e la meschinità di molti. Ti fai l'idea di come sia il prossimo, che si racconta dietro l'anonimato della tastiera.