Belli, bravi e indisciplinati: Timothée Chalamet e Kristen Stewart, giovani stelle alla ribalta

Sabato 4 Settembre 2021 di Alda Vanzan
Kristen Stewart, il nuovo volto di Lady Diana

VENEZIA - Giovani, belli, bravi, famosi. E talvolta, per la gioia dei fan, indisciplinati. Ecco Timothée Chalamet, Zendaya e Kristen Stewart, le star del cinema che, nonostante il muro che copre il red carpet, hanno riportato al Lido la Generazione Z dei fan. Uno capace di infischiarsene del cordone della security per raggiungere le ragazzine ammassate dietro le transenne e farle felici regalando sorrisi e selfie. L'altra ammiratissima da maschi e femmine che incanta con gli occhi magnetici. L'ultima, uno stacco di gamba da far invidia alle Kessler, che gioca con i fotografi infilandosi nel carrello portabiti dell'Excelsior. Bentornati divi, non sembra neanche più di essere in piena pandemia. Che però c'è e per questo il timore che nella ressa di ieri possa scappare un focolaio, è reale.

SELFOMETRO

Timothée, Zendaya, Kristen al Lido ieri hanno portato film diversi, i primi due sono nello sci-fi Dune di Dennis Villeneuve (una prima mondiale così blindata che alla proiezione mattutina per la stampa c'è stato l'obbligo tassativo di sigillare i telefonini in una busta di plastica per evitare la pirateria; in serata sette minuti di applausi), la terza è Lady Diana in Spencer di Pablo Larraìn. Da una parte il futuro immaginato tra ottomila anni, dall'altra la favola tratta da una tragedia del passato recente.


Ma fra i tre attori non c'è gara. «Timothée, Timothée, siamo qui per Timothée»: nel selfometro dei fan vince Chalamet. 25 anni, è l'attore che nel 2017 ha interpretato Elio in Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino e due anni dopo, nel 2019, pochi mesi prima che il mondo venisse sconvolto dal coronavirus, è arrivato alla Mostra del cinema di Venezia con The King, vincendo la battaglia dei red carpet: erano i tempi in cui la fama si misurava con la durata di autografi e selfie davanti alle transenne, impresa che il giovane americano voleva ripetere anche stavolta. La mattina ci è riuscito: quando è arrivato alla darsena del Casinò e, sceso dal motoscafo, si è reso conto che i ragazzini erano tutti lontani, urlanti il suo nome ma distanti, si è spinto fuori del percorso prestabilito ed è andato ad accontentarli, spiazzando il servizio di sicurezza. Poche ore dopo, sul red carpet, per la proiezione ufficiale del film, le guardie invece l'hanno bloccato. Una, due volte. E perfino rincorso. Gli agenti, del resto, erano stati avvisati: attenti perché quello lì sguscia via come un'anguilla. Effettivamente. Il giovane attore americano prima di sfilare davanti ai fotografi con Zendaya ha cercato di accontentare i fan dirigendosi nell'unico varco non coperto dal muro. Tentativo inutile. Davanti si è trovato le guardie. Poi è salito sulle pedane dei fotografi: beccato pure lì. Ce l'ha fatta solo prima di entrare in Sala Grande, dirigendosi dall'altra parte delle transenne. È finita che è stato rincorso e portato praticamente via a peso. I fan hanno apprezzato, le quotazioni di Chalamet sono schizzate come in Borsa, la figliuola che è riuscita ad avere l'autografo potrebbe metterlo su eBay.

I SOCIAL

E che dire di Zendaya? Se il successo si misura su Instagram, basti questo confronto: Chiara Ferragni, la più famosa influencer d'Italia, 24,7 milioni di follower; Zendaya Maree Stoermer Coleman, nota semplicemente come Zendaya, attrice (a Natale uscirà nelle sale il nuovo Spider-Man, lei nei panni di MY, innamorata di Peter Parker), cantante e ballerina statunitense, 107 milioni. Capito perché ragazzine e giovanotti non potevano farseli scappare al Lido?

IN COPPIA

La terza, e più vecchia, diva del venerdì bollente di Venezia78 è Kristen Stewart, 31 anni. L'attrice che ha esordito in Panic Room ed è stata la Bella Swan nella saga di Twilight è sbarcata all'aeroporto Marco Polo ancora giovedì pomeriggio, t-shirt e jeans bianchi, mano nella mano con la fidanzata, la sceneggiatrice Dylan Meyer. La loro relazione dura dal 2019 ma pare sia la prima volta che le due si presentano in pubblico assieme. La sera stessa passaggio all'Harry's Bar per la cena offerta da Chanel alle testimonial della maison, appunto la Stewart e anche Penelope Cruz, tra i 60 invitati il regista Pedro Almodovar. Ieri, invece, dopo la proiezione di Dune, per Chalamet e compagnia cena al Gritti a Venezia organizzata da Cartier, uno degli sponsor della Mostra.
 

Ultimo aggiornamento: 11:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA