Morto Gianni Toniolo, storico dell'economia: «È stato un grande maestro»

Domenica 13 Novembre 2022
Morto Gianni Toniolo, storico dell'economia: «È stato un grande maestro»

VENEZIA - È morto lo storico dell'economia Gianni Toniolo. Lo rende noto la Fondazione di Venezia con la quale collaborava. «Gianni Toniolo è stato un grande maestro, da sempre amico della Fondazione di Venezia - ricorda Michele Bugliesi, presidente della Fondazione -, di cui è stato fin dai primissimi anni vice presidente e consigliere, per poi contribuire in modo decisivo al progetto culturale di M9 di cui ha costituito il primo comitato tecnico scientifico con Giuliano Amato».

«Lascia un vuoto incolmabile, insieme al ricordo di un uomo colto e raffinato che ha dedicato la vita allo studio e alla cultura - conclude -. La sua visione, l'originalità del suo pensiero e la profondità del suo sapere lo hanno sempre distinto nei lunghi anni della sua presenza nella nostra Fondazione, e costituiscono oggi per tutti noi un'eredità preziosa che custodiamo con grande affetto».

Gianni Toniolo, tutti gli incarichi

Toniolo era ​membro del Consiglio Generale della Fondazione di Venezia; coordinatore del Comitato Scientifico dell'M9 (Museo del Novecento) a Mestre; presidente del Comitato Scientifico del Collegio Internazionale di Merito di Ca' Foscari; socio dell'Ateneo Veneto e confratello della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. 

Tra gli incarichi accademici ricopert, è stato professore ordinario di politica economica e direttore del dipartimento di economia all'Università Ca' Foscari di Venezia. Professore ordinario di storia economica all'Università di Roma Tor Vergata. Professore visitatore alle Università del Connecticut, della California a Berkeley, Hitotsubashi (Tokyo), St.Antony's College e All Souls College (Oxford).

Il cordoglio di Zaia

«Oggi Venezia piange Gianni Toniolo, considerato uno tra i più grandi maestri di storia dell’economia. Professore ordinario di Politica economica a Ca’Foscari a Venezia ma la sua carriera accademica si è dipanata tra Roma (Tor Vergata e Luiss) e gli Stati Uniti (professore emerito alla Duke University). Aveva appena pubblicato, per i tipi del Mulino, il primo volume della sua Storia della Banca d’Italia. Nella nostra regione è stato fondamentale il suo ruolo nel progetto M9, il museo del Novecento realizzato a Mestre dalla Fondazione di Venezia, di cui è stato consigliere e vicepresidente. Uno studioso di grandi meriti, uomo colto e preparato, che lascia un vuoto importante in chi lo ha conosciuto, anche tra le aule universitarie».

Sono le parole di cordoglio che il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, rivolge per la perdita del Professor Toniolo.

Fondazione di Venezia, il cordoglio

In un comunicato, la Fondazione di Venezia ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa del prof. Toniolo. Il presidente della Fondazione, Michele Bugliesi ha dichiarato: «Gianni Toniolo è stato un grande maestro, da sempre amico della Fondazione di Venezia,  di cui è stato fin dai primissimi anni vice presidente e consigliere, per poi contribuire in modo decisivo al progetto culturale di M9 di cui ha costituito il primo comitato tecnico scientifico con Giuliano Amato. Lascia un vuoto incolmabile, insieme al ricordo  di un uomo colto e raffinato che ha dedicato la vita allo studio e alla cultura. La sua visione,  l'originalità del suo pensiero e la profondità del suo sapere lo hanno sempre distinto nei lunghi anni della sua presenza nella nostra Fondazione, e costituiscono oggi per tutti noi un'eredità preziosa che custodiamo con grande affetto».

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci