Un malore uccide Marianna, angelo del Carnevale 2015

Martedì 9 Luglio 2019 di Elena Callegaro
Marianna Serena
11

MESTRE - Marianna Serena, la "Maria" vincitrice dell’anno 2014 e indimenticabile "Angelo del Carnevale" di Venezia 2015, è morta ieri all’ospedale di Treviso dopo essere entrata in coma a causa di un’improvvisa emorragia cerebrale. Da pochi giorni aveva festeggiato il suo 24. compleanno. Laureata appena lo scorso dicembre in "Moda e Design" allo Iuav, Marianna aveva tutta la vita davanti per realizzare i suoi sogni. La morte però  l’ha strappata per sempre all’affetto dei suoi cari.

 

Domenica mattina è stata colpita da un’emorragia cerebrale con arresto cardiaco, mentre si trovava insieme al fidanzato a Vicenza.
 Immediatamente sono scattati i soccorsi, prima è stata portata in ospedale a Thiene, e poi nel pomeriggio in elicottero a Treviso. Entrata in coma, non si è più risvegliata. Purtroppo è deceduta ieri intorno a mezzogiorno. Secondo i medici potrebbe essersi trattato di un problema congenito, impossibile da prevedere o diagnosticare, sarebbe potuto capitare in qualsiasi momento. 
Marianna Serena era di Marghera, lascia i genitori, la mamma Luciana Stefanello, di professione cuoca, e il papà, Mauro Serena, vigile del fuoco a Mestre. Aveva anche una sorella più piccola, Mariasole di 19 anni. Tutta la famiglia ha sempre vissuto a Marghera, da qualche anno si era trasferita a Catene, in zona Villabona, ma prima aveva abitato per molti anni in via della Rinascita. La ragazza aveva soltanto 19 anni quando si era lanciata, piena di coraggio ed entusiasmo, dal campanile di San Marco indossando un coloratissimo abito che simboleggiava gli elementi della natura per aprire ufficialmente i festeggiamenti del Carnevale. All’epoca era una brillante studentessa di grafica e comunicazione all’Istituto Salesiano San Marco, e dopo la maturità aveva scelto di proseguire gli studi dedicandosi alla sua vera passione: la moda. E infatti, si era laureata da appena pochi mesi in Moda e Design allo Iuav. Un passo alla volta stava posando i mattoni per costruire il suo futuro e realizzare i suoi progetti, la 24enne voleva infatti diventare disegnatrice e ideare una linea tutta sua. 
«In questo periodo Marianna stava vivendo un momento bellissimo, aveva appena vinto una borsa di studio per frequentare un Master a Milano, e stava cercando un appartamento con il fidanzato, con il quale stava benissimo. – racconta la mamma di Marianna, la voce rotta dal dolore – Stava andando tutto bene, tranne quello che è successo». Prima di laurearsi allo Iuav aveva fatto, come molti suoi coetanei, l’esperienza di vivere e studiare per sei mesi in Inghilterra, rincorrendo i suoi desideri era stata stagista in un atelier di moda. I parenti, ancora sconvolti dalla terribile e inaspettata notizia, raccontano con grande affetto e commozione la passione della ragazza per il mondo del fashion. Una carriera che si preannunciava già molto promettente e che stava in questi ultimi mesi muovendo i primi passi, pare infatti che la giovane durante il suo soggiorno di studio all’estero avesse già avuto l’occasione per stabilire qualche contatto con alcune importanti case di moda. Ieri tutti i parenti più vicini si sono stretti intorno ai genitori all’ospedale a Treviso, una morte che ha profondamente colpito anche la comunità di Marghera, la famiglia è infatti molto conosciuta, impegnata anche in parrocchia San Pio X di Catene. Fanno commuovere, a riguardarli oggi, i video e le immagini del Carnevale di cinque anni fa, mentre spiccava il volo dal campanile lanciando baci benauguranti, bellissima e sorridente sopra alla folla con il naso all’insù.

Ultimo aggiornamento: 11:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA