Misure sbagliate, caos in cimitero per sistemare le nuove tombe

Sabato 18 Settembre 2021 di Giuseppe Babbo
Posizionate in maniera sbagliata le tombe nel cimitero di Torre di Fine

ERACLEA - «Posizionamento sbagliato delle tombe a terra nel cimitero di Torre di Fine». La segnalazione arriva dal consigliere di Buongiorno Eraclea, Giovanni Burato, al quale si sono rivolti alcuni cittadini segnalando il problema. Avviate verifiche e misurazioni è emerso che alcune nuove tombe sono state posizionate disallineate rispetto a quelle precedenti, generando così una serie di conseguenze estetiche. Ma non solo. In questo modo, infatti, ci sarà anche meno spazio per le future sepolture. 
 

LA SORPRESA
Ad avviare le opportune verifiche sono stati anche i tecnici del Comune che, oltre ad aver confermato l’errore, stanno ora valutando le possibili soluzioni. Duro, in ogni caso, l’attacco che arriva dalle opposizioni: «Purtroppo a Eraclea succede anche questo – attacca Burato -, ovvero di sbagliare il posizionamento delle tombe a terra nel cimitero di Torre di Fine. Il lavoro è stato eseguito da un’azienda esterna incaricata dal Comune per la realizzazione dei lavori di tumulazione e, con nostro dispiacere, abbiamo notato che le tombe sono disallineate rispetto allo schema generale del cimitero. È un errore che, oltre alle questioni estetiche, porterà problemi per il futuro». A finire in discussione sono quindi gli incarichi esterni: «Ci chiediamo – prosegue il consigliere di Buongiorno Eraclea - se incarichi esterni siano ancora la logica corretta per risolvere i problemi o se è meglio potenziare l’organico del Comune per avere un servizio migliore e più accurato. Certo non puntiamo il dito sui dipendenti del Comune ormai travolto da una mancanza di organico a cui l’amministrazione non riesce a far fronte. Gli stessi dirigenti sono impegnati in mansioni che esulano dalle loro competenze e tralasciano la parte organizzativa del lavoro. Oltretutto a breve ben tre dipendenti dell’ufficio tecnico lasceranno il loro posto». 
 

«VERIFICHE IN CORSO»
«Con i nostri tecnici – spiega la sindaca Nadia Zanchin – sono state effettuate misurazioni e verifiche. Attualmente sono in corso delle valutazioni per capire la dimensione del problema e per stabilire quale sarà la soluzione migliore da attuare. Con molta probabilità si ritornerà alle misure che dovevano essere seguite inizialmente. Va precisato che questo problema sarebbe iniziato nel luglio del 2020, con un’altra amministrazione (ovvero quando c’era il commissario prefettizio, ndr.), ma è proseguito anche con la nostra amministrazione. Stiamo valutando anche le eventuali responsabilità». Ad oggi la gestione dei cimiteri è affidata a una cooperativa, ma entro l’anno il servizio verrà affidato alla partecipata Eps: «Anche questo sarà un modo per risolvere certi problemi – conclude la prima cittadina – la delibera di affidamento verrà portata in Consiglio comunale ad ottobre».

Ultimo aggiornamento: 08:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA