Febbre del Nilo, altri 2 casi in Veneto: è allarme a Mira e Pianiga

Giovedì 26 Luglio 2018
21

MIRA - Due altri caso di "Virus del Nilo" anche a Mira nel Veneziano, è allarme. Dopo quello del 77enne di Cavarzere di tre giorni fa e quelli registrati in Polesine (5 in totale), il secondo caso di West Nile in provincia di Venezia è stato confermato questa mattina dall'Ulss 3 Serenissima che ha già comunicato all'amministrazione comunale di Mira la necessità di attivare un trattamento di disinfestazione straordinaria dalle zanzare. Ad essere colpito dal virus sarebbe un cittadino mirese che si trova ora ricoverato in ospedale.  Non si conosce l'età del paziente: è comunque italiano e di sesso maschile.

Poche ore dopo un altro  caso conclamato a Mellaredo di Pianiga, si tratta di un 50enne veneziano che è ricoverato a Padova. Anche in questo Comune stanotte partitirà la disinfestazione

"La situazione è costantemente monitorata - ha spiegato l'assessore all'Ambiente del Comune di Mira, Maurizio Barberini - e come richiesto dal protocollo stiamo provvedendo oltre che alla disinfestazione anche ad un'azione di informazione della cittadinanza attraverso l'installazione di appositi cartelli nel territorio per sensibilizzare i residenti ad un atteggiamento di prudenza e di prevenzione, in particolare nell'accesso alle zone verdi, i giardini, i parchi, gli orti privati. In queste ultime settimane le piogge abbondanti hanno contribuito al proliferare delle zanzare. Nessun allarme, ma la prevenzione è la cosa migliore da fare".

++ I particolari sul Gazzettino del 27 Agosto ++

Ultimo aggiornamento: 27 Luglio, 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA