Sabato 6 Ottobre 2018, 19:46

La terza vita no global di Casarini e Caccia: “pirati” contro Salvini

Caccia e Casarini a bordo della nave

di Alda Vanzan

VENEZIA «Tutto nella mia vita avrei immaginato, ma mai di diventare armatore». Beppe Caccia parla a meno di 30 miglia dalla coste libiche, di fronte a Tripoli. Il ricercatore universitario, a lungo punto di riferimento dei centri sociali, già consigliere comunale dei Verdi a Venezia nell’amministrazione di Massimo Cacciari e poi assessore nella giunta di Paolo Costa, si trova con Luca Casarini, l’ex capo dei No global e delle Tute bianche, a bordo della “Mare Jonio”, un rimorchiatore lungo 36 metri trasformato in nave per attività di “monitoraggio, racconto, denuncia” di quel che avviene nel Mediterraneo. E, se serve, anche - anzi, soprattutto - per recuperare migranti in difficoltà.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La terza vita no global di Casarini e Caccia: “pirati” contro Salvini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 39 commenti presenti
2018-10-09 12:45:31
... ringrazino salvini se possono fare ciò che vogliono.. speriamo che i libici in un impeto di generosità li facciano propri..
2018-10-08 10:40:53
Luca Casarini era nel libro paga dell'ex ministro Livia Turco come informatore
2018-10-08 10:31:34
Bravi avanti così! ...avete distrutto i Verdi della prima ora che di ambiente, territorio e nuove tecnologie se ne intendevano veramente. Avete fatto carriera con la vostra demagogia!!! Siete ormai comparse nel teatrino dei burocrati!
2018-10-08 09:36:53
Avanti a rodere, viaaaa.......hahahahahahahahahah...ciao enrico..ciao.
2018-10-08 08:27:51
Ma lavorare mai?