Martedì 20 Agosto 2019, 08:37

Mamma al pronto soccorso, stazione
sotto choc: tornavano a Pordenone

PER APPROFONDIRE: mestre, pordenone, stazione, suicidio, treno
Mamma al pronto soccorso, stazione  sotto choc: tornavano a Pordenone
MESTRE - «Era sul bordo del marciapiede, in lacrime. Quando sono arrivati i medici del Suem hanno cercato di calmarla, poi l'hanno fatta salire su una barella e l'hanno accompagnata in pronto soccorso». È sotto choc uno dei giovani dipendenti dell'Ulss 3 Serenissima. Ieri pomeriggio aveva appena staccato con il turno, ma quando è arrivato in stazione ha assistito a quella scena struggente. «In quel momento non c'era molta gente in stazione - racconta - ma in pochi minuti si è radunata una folla. Un po' i pendolari in attesa del treno, un po' anche i curiosi che hanno visto quell'enorme spiegamento di forze dell'ordine». Dopo la tensione iniziale, tutti, nello scalo ferroviario mestrino, hanno accusato il colpo. Gli uomini di protezione aziendale, il servizio di sicurezza interno di Trenitalia, hanno gli occhi lucidi.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mamma al pronto soccorso, stazione
sotto choc: tornavano a Pordenone
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-08-20 14:22:15
L'età dell'adolescenza (anche se in questo caso qualcuno potrebbe obiettare che a 19 anni sia passata) è qualcosa di realmente devastante. Non è automatico venirne fuori e lasciarsi alle spalle solo il ricordo. Io personalmente l'ho vissuta nel più doloroso dei modi. Mentre dal di fuori non si poteva intuire o quasi .. ho sofferto tantissimo.