Mestre. Migrante pulisce la strada con la scopa per integrarsi: multa da 350 euro

Martedì 24 Settembre 2019
Il verbale della multa al migrante di Mestre che puliva la strada
104
MESTRE - Pulisce volontariamente i marciapiedi e le strade di Mestre con la propria scopa, spiegando di voler così integrarsi, ma l'azione di Monday, un giovane nordafricano, non è stata apprezzata dai vigili che l'hanno multato di 350 euro. Perché, è scritto nel verbale, «sorpreso palesemente a ripulire la zona senza alcuna autorizzazione dell'amministrazione comunale».



Sanzione che lascia basiti molti, a partire dall'avvocato Matteo D'Angelo che, dubitando di una possibile impugnazione della multa, ha lanciato una sottoscrizione per Monday, già accolta dai social. Di ben altro l'atteggiamento dei vigili di Padova che non impediscono da mesi a due due migranti nigeriani, arrivati in Italia due anni fa, a compiere lo stesso servizio di Monday nel Piazzale Ponte Corvo, a due passi dalla Basilica del Santo, anch'essi con lo stesso obiettivo: «Il modo migliore - hanno detto - per integrarsi onestamente in questo Paese».

Ed è dello stesso tenore, come riferisce 'Il Corriere Veneto, il cartello che Monday espone mentre è curvo a raccogliere foglie e a metterle nei sacchetti delle immondizie, indossando un gilet catarifrangente (tutto comperato con i suoi soldi): per «integrasi nella società senza chiedere l'elemosina».

E Monday spera, come i due connazionali di Padova, nelle offerte dei passanti. Non sono stati però dello stesso avviso i vigili mestrini, nonostante l'avvocato D'Angelo sia perplesso sulla sanzione perché «non si parla di ostruzione della strada, né di questua o di degrado».


In serata però, il Comune si "pente": e comunica di aver cancellato la sanzione irrogata dai vigili. Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 09:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA