Faceva il medico legale e del lavoro invece di andare in ambulatorio dai pazienti: dottore indagato per truffa

Venerdì 26 Febbraio 2021
Faceva il medico legale e del lavoro invece di andare in ambulatorio dai pazienti: dottore indagato per truffa
2

VENEZIA - Un medico di base del veneziano è stato indagato per truffa alla sanità pubblica, in quanto avrebbe svolto continuativamente in attività di medico legale, medico del lavoro ed altro a scapito dell'orario che doveva vederlo in ambulatorio, a disposizione dei pazienti per i quali aveva la convenzione con le Uls 3 Serenissima e 4 del Veneto Orientale.

Sono state proprio le segnalazioni dei pazienti, sui disservizi arrecati loro dal professionista, a far scattare i controlli e l'indagine della Guardia di Finanza di Venezia. Gli accertamenti hanno consentito ai finanzieri di acquisire «concreti elementi» su una attività di libero professionista svolta dal medico, con un impegno orario estraneo alla convenzione con le Uls, e notevolmente superiore a quello consentito dalla normativa di settore, che il medico doveva dichiarare agli enti di competenza. Cosa che l'uomo, è il sospetto, non avrebbe fatto per non subire il ridimensionamento del massimale degli assistiti. Su richiesta della Procura di Venezia la Gdf ha eseguito un sequestro preventivo di oltre mezzo milione di euro. 

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA