Morto Giovanni Mazzacurati, ex presidente del Consorzio Venezia Nuova

PER APPROFONDIRE: giovanni mazzacurati, mose, venezia
Giovanni Mazzacurati
SAN DIEGO (CALIFORNIA ) - L'ingegner Giovanni Mazzacurati è morto a 87 anni a San Diego, in California, nella casa dove viveva da anni. Fu per decenni, dal 1983 al 2013,  prima direttore generale e poi presidente del Consorzio Venezia Nuova, che progettò e costruì il sistema di dighe mobili per proteggere dalle acque alte la laguna di Venezia. Lasciò la carica un anno prima che scoppiasse lo scandalo del Mose che travolse l'ex governatore Giancarlo Galan: lo stesso Mazzacurati nel corso dell'inchiesta  fu posto per un periodo agli arresti domiciliari. Era malato da tempo e si era ritirato oltreoceano, nella sua villa in California.

LEGGI ANCHE Addio Mazzacurati. Galan: «Quando muoiono diventano tutti santi»


 Dagli accertamenti su fondi neri all'estero costituiti da alcuni imprenditori legati al Consorzio, finirono in carcere personaggi chiave come Piergiorgio Baita, ex ad della Mantovani, e Claudia Minutillo, ex segretaria di Giancarlo Galan divenuta imprenditrice, poi Mazzacurati. I tre avevano patteggiato e sulle loro dichiarazioni si è poi basata gran parte della tempesta giudiziaria che nel 2014 ha sconvolto Venezia. Secondo quanto ricostruito, in soli cinque anni il Cvn avrebbe versato tangenti per oltre un centinaio di milioni di euro. L'indagine ha travolto l'ex presidente del Veneto ed ex ministro Giancarlo Galan, l'allora assessore regionale alle infrastrutture Renato Chisso, e l'allora sindaco di venezia Giorgio Orsoni, quest'ultimo per finanziamento illecito. Le dichiarazioni rese da Mazzacurati in un incidente probatorio negli Stati Uniti vennero acquisite agli atti del processo, al quale l'ex presidente non prese mai parte perché in seguito giudicato inidoneo a deporre per gravi motivi di salute. Era padre del regista Carlo Mazzacurati, morto nel 2014.

Pochi mesi fa, in aprile, la Procura ha chiesto il sequestro della villa di Cortina d'Ampezzo dell'ingegner Mazzacurati, che sarebbe stata acquistata con i proventi illeciti oggetto dell'inchiesta Mose.

LEGGI ANCHE Lo scandalo tangenti e la tela dell'Ingegnere

Mazzacurati fu per lunghi anni direttore generale del Consorzio, concessionario unico per le opere di salvaguardia della Laguna dalle acque alte, e poi presidente dal 2005 al 2013, un anno prima del 'blitz' dell'inchiesta per lo scandalo tangenti. Dagli accertamenti su fondi neri all'estero costituiti da alcuni imprenditori legati al Consorzio, finirono in carcere personaggi chiave come Piergiorgio Baita, ex ad della Mantovani, e Claudia Minutillo, ex segretaria di Giancarlo Galan divenuta imprenditrice, poi Mazzacurati. I tre avevano patteggiato e sulle loro dichiarazioni si è poi basata gran parte della tempesta giudiziaria che nel 2014 ha sconvolto Venezia. Secondo quanto ricostruito, in soli cinque anni il Cvn avrebbe versato tangenti per oltre un centinaio di milioni di euro. L'indagine ha travolto l'ex presidente del Veneto ed ex ministro Giancarlo Galan, l'allora assessore regionale alle infrastrutture Renato Chisso, e l'allora sindaco di venezia Giorgio Orsoni, quest'ultimo per finanziamento illecito. La dichiarazioni rese da Mazzacurati in incidente probatorio negli Stati Uniti vennero acquisite agli atti del processo, al quale l'ex presidente non prese mai parte perché in seguito giudicato inidoneo a deporre per gravi motivi di salute. Era padre del regista Carlo Mazzacurati, morto nel 2014.






 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 24 Settembre 2019, 17:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Morto Giovanni Mazzacurati, ex presidente del Consorzio Venezia Nuova
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 36 commenti presenti
2019-09-26 07:11:42
Forse si incontrera' col vero MOSE'??Dipende da che cantica e collocazione.Comunque tra Vip e non tra comuni anonimi altri miliardi e miliardi
2019-09-25 18:14:50
Neppure Dante si scomoderebbe a collocarlo in un dove, come , per quanto tempo.
2019-09-25 14:29:20
RIP. Dove sei andato ti giudicheranno equamente e senza sconti.
2019-09-25 14:21:29
Dal momento che la giustizia impiega 15 o 20 anni prima di fare qualcosa, occorre aggiudicare gli appalti a persone che non superino i 40 anni di età....
2019-09-25 14:00:30
Questo ha vissuto da nababbo alla faccia nostra prima e soprattutto dopo!!!! Chissà risate si sarà fato questa brava persona!!!