Mascherine anche all'aperto per lo Jesolo Christmas Village

Sabato 27 Novembre 2021 di Giuseppe Babbo
JESOLO Una delle passate stagioni dello Jesolo Christmas Village
2

JESOLO - Mascherine obbligatorie anche all’aperto in tutta l’area dello Jesolo Christmas Village. E’ l’effetto dell’ordinanza firmata ieri mattina dal sindaco Valerio Zoggia. Il mercatino di Natale prenderà il via da oggi, fino al prossimo 9 gennaio, con la previsione di migliaia di visitatori ogni giorno. Ad essere allestite sono 92 casette in legno posizionate in uno spazio lineare di oltre un chilometro, con maggiore distanza tra una casetta e a l’altra. Massima, dunque, l’attenzione per la sicurezza sanitaria. Per questo è stato disposto il provvedimento che sarà valido fino al termine della manifestazione e che prevede l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie dalle ore 10 alle 24, ovvero nelle ore in cui è previsto il maggior afflusso di visitatori. La misura non si applicherà nelle aree di somministrazione in cui è consentito consumare alimenti e bevande, ma solo per il tempo necessario alla consumazione degli stessi. Ad essere previsti sono i controlli da parte degli agenti della Polizia locale e di tutte le forze dell’ordine. Il mancato rispetto dell’ordinanza comporta l’applicazione di sanzioni amministrative che vanno dai 400 ai 1.000 euro. Lo Jesolo Christmas Village si svolgerà all’aperto, nell’area compresa tra largo Augustus e piazza Aurora, ma in spazi privi di specifici varchi di accesso e, per motivi logistici, non sarà possibile contingentare gli ingressi al fine di evitare il formarsi di assembramenti.

Le disposizioni nazionali attualmente vigenti, infatti, impongono di mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro e di indossare i dispositivi di protezione delle vie aree anche nei luoghi aperti, qualora non possa essere garantita la distanza continuativa da persone non conviventi. L’ordinanza mira dunque a contenere il rischio di contagio per i cittadini, tenuto conto del fatto che alla manifestazione sono solite partecipare migliaia di persone. Sempre in base alle norme nazionali (per queto non è stato indicato nell’ordinanza) è previsto anche il possesso del Green pass, in questo senso ci saranno dei controlli a campione tra i visitatori. Il provvedimento del Comune riguarderà tutta l’area del mercatino, dunque da via Bafile, nel tratto di largo Augustus, piazza Mazzini, le zone di via Aleardi e via Nievo che si affacciano sulla stessa piazza, il tratto di via Silvio Trentin che collega piazza Mazzini a piazza Aurora, la stessa piazza Aurora e infine via Foscolo nella parte compresa tra piazza Aurora e via Alberti. Da registrare l’impegno degli organizzatori che, assieme al Consorzio Serenissima, attueranno il protocollo Blue Zone per sanificare più volte al giorno tutte le aree comuni e gli spazi eventi.

Lo stesso avverrà anche nelle casette dedicate al food. L’uso della mascherina sarà obbligatorio anche per le persone in coda al Sand Nativity di piazza Trieste e ovviamente all’interno della tensostruttura in cui è stata realizzata il presepe alla quale si accederà esibendo il Green pass. La struttura è stata dotata di 2 batterie ventilanti che garantiscono un ricambio totale dell’aria ben 6 volte ogni ora. «Dopo un anno di stop forzato – commenta il sindaco Valerio Zoggia – quest’anno possiamo ripartire ma in assoluta sicurezza, i provvedimenti vanno in questa direzione. I controlli non mancheranno, mi attendo un atteggiamento responsabile da parte di tutti». 

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 09:36