Avvocato malato di diabete muore in Venezuela: manca insulina per le cure

PER APPROFONDIRE: diabete, insulina, italo carli, ospedale
La foto della famiglia Carli, cerchiato Italo Carli

di Redazione Online

VENEZIA Il legale di origini veneziane Italo Carli, 58 anni, è morto  in Venezuela: era ricoverato in una clinica all'avanguardia nella città diValencia, ma la mancanza di farmaci negli ospedali del Paese sudamericano ha provocato la tragedia.

E' stato il cugino, l'avvocato veneziano Marco Sitran, a diffondere la notizia sui social sulla propria pagina Fb e a ricordare la figura del parente che era legatissimo alle sue origini. Carli è morto per una crisi diabetica, senza la dose di insulina che avrebbe potuto salvarlo. Il fratello che lo aveva accompagnato in ospedale ha tentato di tutto. 

Italo Carli - che aveva  4 fratelli  - era nato in Venezuela da padre veneziano, marinaio sui mercantili molto noto in città. Alcuni  familiari  vivono ancora in laguna così come i parenti della famiglia Sitran. 

Il 58enne legale era stato in Italia a lungo per gli studi vivendo per 12  anni al Lido, mentre frequentava l'università a Padova e Ferrara. Dopo la laurea in Legge tornò in Venezuela dove ha svolto anche mansioni di guidice ed era tuttora in attività. 

La tragedia è avvenuta a fine gennaio ma la notizia è stata resa nota solo in questi giorni.


ALTRI PARTICOLARI SUL GAZZETTINO DI DOMANI, 10 FEBBRAIO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 9 Febbraio 2019, 09:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Avvocato malato di diabete muore in Venezuela: manca insulina per le cure
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 45 commenti presenti
2019-02-13 18:39:45
E l’embargo americano che blocca l’arrivo di medicinali non Maduro,sono gli americani che hanno creato la situazione di Cuba con l’embargo non Fidel Castro. Se Maduro permettesse agli USA di “approfittare” delle riserve petrolifere venezuelane diventerebbe istantaneame amico di Trump e toglierebbero l’embargo. Purtroppo l’unica cosa che l’essere umano ha imparato dal passato è che non ha imparato niente e la storia si ripete.
2019-02-10 10:25:47
cri000 delle 21.51 In Italia la democrazia (intesa come regime parlamentare) esisteva gia' al momento dell' Unita' . Nulla avevano da insegnarci ...
2019-02-10 12:07:07
E secondo lei nel 1945 c'era la democrazia nel momento in cui sono intervenuti gli alleati? Sono il primo a riconoscere che gli Stati Uniti hanno commesso molti errori nella loro politica internazionale ( Vietnam/Iraq..) ma questo non significa che siano sempre dalla parte del torto. Ricordiamoci il piano Marshall. E ritorno al punto. In Venezuela piaccia o non piaccia c'e' un regime che il popolo Venezuelano non vuole e per una volta gli Stati Uniti sono dalla parte giusta della storia. Mentre noi ci accodiamo a Russia, Cina, Cuba, Corea del Nord, Hezbollah e Iran esempi fulgidi di democrazia.
2019-02-13 18:32:21
Mai fatto caso come gli USA siano sempre disposti ad “aiutare” i popoli che vivono sopra immensi giacimenti petroliferi mentre lasciano altri popoli,che petrolio non ne hanno,alla mercè dei dittatori ? E le armi di distruzione di massa di Saddam Hussein te le ricordi ? E comunque non è questa la volta che i gringos sono dalla parte giusta,in Venezuela ci sono le più grandi riserve petrolifere,ti sembra solo una coincidenza ?
2019-02-09 19:20:01
Gianni-2 agli americani non importa che tipo di dittatura ci sia l'imortante è che diano loro il petrolio ale loro condizioni, infatti esportano democrazia solo nei paesi dove c'è il petrolio e i il loro governo non è filoamericano,L'Arabia Saudita è una delle peggiori dittature ma è amica degli Ua e allora non esportano democrazia ...Vorrei ricordare che tutti gli "attentatori" delle Torri Gemelle erano SAUDITI,ma hanno attaccato l'Iraq