Genitore come una furia a scuola: maestra aggredita finisce in pronto soccorso

La scuola primaria Silvio Pellico di Mestre in via Kolbe

di Raffaella Ianuale

MESTRE - Si è presentato a scuola giovedì mattina all'incirca alle 10. Al collaboratore scolastico che l'ha avvicinato all'ingresso ha detto che aveva urgenza di parlare con la maestra del figlio. Così sono andati a chiamare l'insegnante che stava tenendo lezione. Ma quando la docente si è trovata a tu per tu con il genitore, lui, un papà bengalese, è partito come una furia. Insulti, urla, minacce. Inutili i tentativi della maestra di fare rientrare la conversazione a toni più contenuti. Fino a quando la donna, sotto choc per lo spavento, si è sentita male e così è stata chiamata un'ambulanza che l'ha trasportata all'ospedale.

L'ennesimo episodio di violenza nei confronti di un'insegnante, in questo caso una donna, è avvenuto alla scuola elementare Silvio Pellico di Mestre. Il plesso di via Massimiliano Kolbe fa parte dell'istituto comprensivo Giulio Cesare...
  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 26 Marzo 2018, 08:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Genitore come una furia a scuola: maestra aggredita finisce in pronto soccorso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 109 commenti presenti
2018-03-27 09:35:25
alla faccia! FACCIAMO AFFIDAMENTO SULLO "special two" di maio salvini....
2018-03-27 06:21:31
.... piazza Ferretto a Mestre.... ho visto donne girare in burka, e i vigili urbani italioti girarsi dall'altra parte....tutto è lecito alle risorse ... e poi abbiamo il coraggio di lagnarci quando siamo noi stessi la causa dei nostri mali? ... via Aleardi.... negozi ex italioti in vendita e chiusi... si sta creando un'enclave di illegalita' sotto gli occhi di tutti, pero' c'è la ztl per fare cassa....itaglia serva e prostituta......!!!!!!!
2018-03-27 12:40:06
@ Emmbehhh , Io ho visto cose che Voi umani non potete immaginare,nei bastioni del Portello e alla Stanga, orde che uscivano di notte,nell'oscurita',e si riversavano al piazzale della Stazione, ho visto le vie dell'Arcella,negozi italiani ormai ex,ora trasformati in negozi etnici che vendevano -improbabili- kebab,involtini primavera e cus-cus,tutto questo e molto altro,ho visto. I-Talia, prosciutta e selva.
2018-03-28 16:57:39
@ ah italia, ti credevo Cornelia,madre dei Granchi,vestale e seria,ed invece sei solo una volgare Messalina,mannaggia la miseria !!!
2018-03-26 22:14:57
questa gentaglia straniera va spedita a casa loro senza pietà!