Coronavirus, lockdown in Veneto? Cosa ha detto Luca Zaia oggi Video

Mercoledì 21 Ottobre 2020
Coronavirus, lockdown in Veneto? Cosa ha detto Luca Zaia oggi
1

Coronavirus in Veneto, Luca Zaia commenta i dati di oggi e affronta il tema del lockdown regionale. «In Veneto in questo momento il tema del lockdown, assolutamente non c'è, non lo prendiamo in considerazione», ha rassicurato il governatore intervenendo in Consiglio regionale.

Zaia: «Ecco il nostro Piano di Sanità pubblica sulle misure in base a terapie intensive e ricoveri»

«Oggi abbiamo 66 pazienti in terapia intensiva - ha aggiunto -. guardiamo con attenzione a questa evoluzione. I modelli dicono che la curva è entrata nella fase di crescita. Il nostro ruolo è fare in modo che si impenni con gradualità e che si alzi il meno possibile».

Lockdown in Veneto? No di Zaia

 

Covid center in Veneto

In Veneto la riapertura degli ospedali Covid center potrà avvenire solo se le terapie intensive dovessero superare la soglia dei 150 posti occupati, ovvero il 'livello 3' del nuovo piano di sanità pubblica varato ieri. Lo ha detto il presidente Luca Zaia, parlando in Consiglio regionale. Attualmente - ha ricordato - ci sono 66 malati in intensiva, (il livello è quello della fase 2), su una dotazione di 464 posti. La terza fase prevede i limiti di soglia 150-250, la quarta da 250 a 400, la quinta da 400 in su. Con 150 malati - ha spiegato Zaia -.si passerebbe alla terza fase, «e da lì scatta la riapertura dei 10 ospedali Covid center, che immagino sarò graduale, non immediata. Forse si inizierà con qualche paziente e dopo si arriverà a regime». Zaia ha parlato anche del bollettino odierno, che ha visto un boom di casi. «Abbiamo un bollettino con oltre mille positivi - ha spiegato - che invito a guardare con obiettività, perchè c'è stato un cambio di sistema informatico, e dalla provincia di Venezia abbiamo avuto circa 500 casi dal 15 di ottobre ad oggi 'scaraventatì nel sistema nella notte. Mediamente abbiamo 5-600 casi, forse oggi più di 700 persone positive». Il governatore ha ricordato che in Veneto vengono eseguiti mediamente ormai 25-30.000 tamponi al giorno per il contact tracing, in parte molecolari, in parte rapidi. Vista comunque la curva della crescita dei contagi da domani, ha annunciato Zaia, verrà riaperta in pianta stabile l'Unità di crisi nella sede della Protezione Civile di Marghera. 

 

GLI ESPERTI
Covid, parla il professor Palù: sintomatici, contagio e pandemia mediatica Video
Crisanti, altolà sul vaccino Covid: «Irrealistico dire che sarà pronto tra due mesi»

 

 

Coronavirus Veneto, impennata di contagi nella notte: 1.083 nuovi infetti e 5 vittime del virus Il bollettino

Coronavirus in Veneto. Impennata di contagi oggi, mercoledì 21 ottobre. Nel bollettino della mattina la Regione registra 1083 nuovi infetti da Covid durante la notte, non solo, ci sono anche cinque nuove vittime del virus rispetto al report di ieri sera (i morti per Covid sono in totale 2.282).

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 12:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA