Fa i fanali all'auto lenta: aggredita e minacciata col coltello da un minore

PER APPROFONDIRE: automobilisti, coltello, lite, mestre, minaccia, minore
Fa i fanali all'auto lenta: aggredita  e minacciata col coltello da un minore
MESTRE - Verso l’una di ieri, gli agenti delle volanti hanno sedato una lite sfociata per futili motivi di viabilità, tra i litiganti un minorenne di sedici anni armato di coltello. Erano le 13.35 quando alla sala operativa della Questura è arrivata una richiesta di intervento da parte di una automobilista di 48 anni: la donna ha raccontato di aver iniziato a litigare con i passeggeri di un'altra vettura. Un diverbio banale, iniziato con un colpo di fanali alla vettura che la precedeva lentamente, sulla corsia di sorpasso, uno "spostati che devo superarti" che, nel codice non verbale degli automobilisti in genere non rappresenta né un affronto né una provocazione.

E invece i passeggeri dell'altra vettura si sono a dir poco indispettiti, hanno costretto la donna a fermarsi e l'hanno ingiuriata e minacciata. Non solo, uno dei passeggeri si era scatenato con veemenza contro la donna, arrivando a minacciarla con un coltello. Il fatto grave, che deve stimolare una riflessione, è che ad aggredire la donna con maggiore violenza sia stato un minorenne che,sentite le parti e avvisati i genitori, è stato denunciato per minaccia aggravata e violazione in materia di armi. Solo l'arrivo sul posto della polizia ha permesso che la situazione non degenerasse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Febbraio 2018, 15:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fa i fanali all'auto lenta: aggredita e minacciata col coltello da un minore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2018-02-02 12:18:19
Ma i protagonisti di dove erano ?
2018-02-02 07:19:07
Ci discertano i linguisti o studiosi della cominicazione.Un messaggio ha l'emittente, il mezzo ed il ricevente , che spesso interpreta a modo suo. Se troppo aggressivo, forse la ricezione e' guidata da sostanze che fanno scattare una molla mentale e di coltello a scatto o..peggio ancora, pistola. I nostri soldati in Kosovo furono istruiti a non salutare con mano e dita aperte a V o W..per non essere classificati come sostenitori di un aparte o l'altra. Desmond Morris in "Il linguaggio dei gesti"illustra mimiche che in una regione Italiana significano "tengo fame", in Afghanistan lo stesso ti frutta una coltellata al ventre con fuoriuscita intestini.Miserie umane.
2018-02-02 22:18:26
?
2018-02-01 22:17:41
Da notare quanti coltelli, bastoni ecc. saltano fuori all'occorrenza. Questa gente esce già premunita e non è certo gente fuori di testa. C'è un'aria che respiriamo tutti che ci predispone a un tutti contro tutti con lo strappo degli accorgimenti armati..."all'occasione" d'incontrare l'uomo X di turno.
2018-02-01 21:45:34
Proprio convien andar via da questa Italia così ben governata da n po' di anni e sta divenendo sempre peggio. Non solo il mutamento climatico ma anche il mutamento di umore degli italiani di nuove generazioni guidate da genitori troppo impegnati in un modus vivendi ben diverso da quello dei nostri tempi.