Leucemia e poi il tumore, Fabio muore alla vigilia del compleanno:: biker in lutto

Domenica 17 Ottobre 2021
Leucemia e poi il tumore, l'ex biker Fabio muore alla vigilia del compleanno
1

NOVENTA/SAN DONÁ - Avrebbe compiuto 41 anni domani, lunedì 18. Invece Fabio Rosolin non è riuscito a superare a festeggiare il compleanno. Se n'è andato venerdì scorso, dopo aver combattuto per cinque anni con una leucemia, vinto alla fine da un tumore. Originario di Noventa, Fabio si era trasferito qualche anno fa a Mussetta di San Donà, dove aveva acquistato un appartamento. Lavorava all'ex Serenissima gas, ora Enerxenia. La sua grande passione era la bici, soprattutto la mountain bike con cui aveva ottenuto buoni risultati a livello provinciale. Aveva iniziato a correre e gareggiare con il gruppo Mtb Rampi Club di San Donà, poi si è trasferito nel Trevigiano al Bike Club 2000 di Casale sul Sile, con il quale è rimasto iscritto fino a quando non è sopraggiunta la malattia, cinque anni fa, che gli ha impedito di continuare a dedicarsi alla sua passione per le due ruote sui percorsi sterrati.

Fino ad allora era stato un assiduo frequentatore del famoso Trofeo d'Autunno di mountain bike e della Veneto Cup, dove aveva raggiunto buoni piazzamenti e di cui non si perdeva una tappa. Negli ultimi anni aveva anche sperimentato la corsa su strada, facendo qualche granfondo e gara in circuito, anche se il suo grande amore rimaneva sempre la mountain bike. Era stata la leucemia a bloccare la sua voglia di correre. Si era allora sottoposto al trapianto di midollo ed era stato ospitato alla Casa del Sole di Bergamo, a cui lui stesso ha lasciato detto che fossero fatte donazioni per i suoi funerali, al posto dei fiori.
La cerimonia funebre di Fabio Rosolin sarà celebrata martedì 19, alle ore 10,30, nella chiesa di Noventa. Lascia i genitori, il fratello Matteo e la compagna Valentina.

Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre, 09:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA