Mercoledì 23 Ottobre 2019, 11:20

«Sono un ladro e un adultero» niente espulsione: rischia il taglio delle mani

PER APPROFONDIRE: adultero, espulsione, ladro, mali, tribunale, venezia
«Sono un ladro e un adultero» niente espulsione: rischia il taglio delle mani

di A.Pe.

VENEZIA La legge islamica non fa sconti: cento bastonate per l'adulterio, taglio della mano per il furto. Per questo un migrante scappato dal Mali conta di riottenere la protezione internazionale che gli era stata inizialmente concessa dal Tribunale di Venezia e successivamente revocata dalla Corte d'Appello. Con una sentenza appena pubblicata, infatti, la Cassazione ha stabilito che la sua richiesta merita di essere riesaminata, visti i rischi comportati dalla sharia. LA FUGA Secondo la ricostruzione degli ermellini, la storia di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Sono un ladro e un adultero» niente espulsione: rischia il taglio delle mani
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-10-25 17:12:05
piu' che il "Mali" sembra la "Mala"
2019-10-24 08:03:57
ogni scusa è buona pur di restare nel paese dei balocchi
2019-10-24 07:45:42
Giusto. Qui puo continuare tranquillamente ed impunemente a rubare ed a fare l'adultero.
2019-10-24 06:22:12
Visto il buonismo si potrebbe fare un cambio, il giudice in Mali al posto del maliano ah ah ah
2019-10-23 23:30:49
Ma il Mali è rimasto uno stato laïco dalla sua independenza ad oggi. Le leggi non prevedono ne la frusta per gli adulteri (non prevedono nulla infatti) ne il taglio delle mani per i ladri (pene di prigione come in Italia - in pratica il linciaggio per quelli presi la mano nelle tasche degli altri e nulla per gli altri). I magistrati di cassazione non sono degli ignoranti e dovrebbero saperlo. A meno che siano sia dei cretini, sia vogliono creare dei precedenti per non rendere espulsabili i migranti. In ambidue casi, converebbe sostituirgli con gente più integra.