Tre nuove "torri" per riqualificare l'area verde davanti al porto turistico di Jesolo Il progetto

Sabato 16 Ottobre 2021 di Giuseppe Babbo
JESOLO Il rendering del progetto delle tre nuove torri
3

JESOLO - Spuntano altre 3 nuove torri nel cielo di Jesolo. Non si ferma lo sviluppo urbanistico della città. E’ il risultato ottenuto con l’accordo di pubblico-privato approvato dal Consiglio comunale che permetterà la completa riqualificazione dell’intera area verde antistante al porto turistico, in particolare per i lotti compresi tra via Padania e via Belluno. In particolare nell’area più nord verrà sviluppata una nuova residenza turistica con tre torri, due a 16 piani e una a 10.
Più a est, invece, verrà realizzato un altro edificio con un’altezza massima di 4 piani. Il tutto per una volumetria di oltre 66 mila metri cubi con una quota riservata all’Edilizia residenziale pari al 10% dell’intero ambito. 
Ad essere realizzate saranno anche delle opere pubblica, a partire da una grande piazza “Diporto” con annessi volumi contenitori, spazi verdi e uno specchio d’acqua che verrà destinato a eventi, manifestazioni pubbliche e di settore legato alla nautica vista la vicinanza con il porto. Non mancheranno poi nuovi percorsi ciclopedonali, compreso un asse principale che attraverserà l’intero lotto, ma soprattutto che collegheranno il porto con le aree a nord e la spiaggia. 
Ad essere realizzata sarà anche una passerella di collegamento con l’area portuale e poi una suggestiva banchina che arriverà fino al mare aperto. 
Compatta la maggioranza, che ha approvato l’accordo, l’assessore all’Urbanistica Giovanni Battista Scaroni ha sottolineato l’importanza dell’intervento, sottolineando la necessità di implementare a livello funzionale e attrattivo quest’area della città con strutture di supporto come residenze e spazi ricreativi, nonché aree verdi e parcheggi.



«La proposta di accordo – ha ribadito l’assessore in Consiglio - prevede una riqualificazione dell’intera area con un collegamento al mare, al porto e al tessuto urbano esistente, anche attraverso un percorso ciclo-pedonale che si unirà ai percorsi già realizzati. Il beneficio pubblico in questo caso è molto importante». Tra i vari interventi è stata sottolineata anche la realizzazione di un parcheggio-giardino, con la creazione di spazi sia pubblici che a servizio delle residenze di progetto, con una forte componente verde anche nell’ottica di un’edilizia sempre più sostenibile. Unico parere contrario quello della lista Jesolo Bene Comune che ha votato contro l’accordo. «Stiamo parlando di un intervento che prevede migliaia di metri cubi – attaccano i consiglieri Christofer De Zotti e Lucas Pavanetto – e sul quale molti dubbi, prima di tutto sulla previsione legata all’Erp del 10%: in base alle norme comunali, per questo tipo di destinazioni la quota dovrebbe essere del 20%. Dall’accordo viene esclusa la realizzazione della passerella verso il porto per la quale dovrà essere il Comune a trovare il modo per realizzarla e finanziarla. E lo stesso gale per i parcheggi pubblici green, l’area verde e il pontile-banchina. Se il Comune accetta questo accordo, accetta anche quelle opere che dovranno essere finanziate in altro modo». 
 

Ultimo aggiornamento: 20:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA