Sparatoria nel locale a Jesolo, il tunisino catturato all'aeroporto di Parigi

Lunedì 22 Agosto 2022
Sparatoria nel locale a Jesolo, il tunisino catturato all'aeroporto di Parigi
2

JESOLO (VENEZIA) - Bloccato prima che partisse per la Tunisia, in Francia, all'aeroporto di Parigi Orly: è finita così la fuga del tunisino che ha sparato a un connazionale in un locale di Jesolo, il Crazy Cocktail Mojito's House, i fatti risalgono al luglio scorso. A incastrare l'uomo, sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale per tentato omicidio, sono state le intercettazioni telefoniche: il tunisino aveva mantenuto i contatti con un amico rimasto sul litorale veneto.

 L'uomo, nelle ultime settimane, era costantemente controllato tramite intercettazioni telefoniche da commissariato di Jesolo, Squadra Mobile della Questura di Venezia e polizia francese, che alla fine sono riusciti a chiudere il cerchio e catturarlo. Il tunisino sarebbe stato fermato nei giorni scorsi da agenti in abiti civili, poco prima che si imbarcasse sul volo che lo avrebbe condotto nel suo Paese natale.

Video

Ultimo aggiornamento: 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci