Profughi, altolà del sindaco al prefetto: «Sono già il doppio del previsto»

Giovedì 2 Febbraio 2017
6
JESOLO - Sulla questione dell’invio di nuovi profughi alla Croce rossa di Jesolo il sindaco Valerio Zoggia ha spedito una lettera al prefetto Carlo Boffi per chiedere di sospendere l’operazione e di fissare urgentemente un incontro.
Nei giorni scorsi 18 richiedenti asilo sono giunti alla Cri, trasferiti dalla base di Cona, facendo così salire a 118 il numero di migranti accolti nella struttura. Il sindaco evidenzia come Jesolo stia già ospitando un numero di migranti ben oltre il limite massimo di 63 previsto dall’accordo tra Anci e Governo (2,5 soggetti ogni 1000 abitanti). Un concetto ripreso anche dal presidente degli albergatori Alessandro Rizzante: «Jesolo è una città ospitale, ma ha fatto molto di più rispetto a quanto previsto dalle disposizioni di ripartizione dei migranti: ora ci vogliono altre soluzioni».
Si muovono anche le opposizioni. «Il sindaco doveva informarsi prima su quanto stava accadendo - critica Alberto Carli della Lega Nord - adesso venga portato in Consiglio un documento che chieda espressamente alla Prefettura di rispettare il rapporto abitanti/profughi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA