Marius Alin Marinica: domiciliari confermati. Perizia sulla velocità delle auto e sul cellulare dell'elettricista

L'investitore resta ai domiciliari
Perizia su cellulare e velocità
VENEZIA - Marius Alin Marinica è comparso questa mattina di fronte al gip Massimo Vicinanza per l'interrogatorio di convalida, dopo il provvedimento di fermo eseguito domenica dalla Procura, che gli contesta i reati di omicidio stradale plurimo e fuga.

LA SUPERTESTIMONE «Guidava come un folle, sono viva per 6 minuti»

CONVALIDATI I DOMICILIARI
l giudice per le indagini preliminari di Venezia, Massimo Vicinanza, ha confermato i domiciliari per Marius Alin Marinica. In aula, assistito dall'avvocato Rodolfo Marigonda, ha ribadito la sua versione dei fatti. "Non mi sono accorto della gravità dell'impatto, ho sentito solo un botto e pensavo fosse lo specchietto. Mi sono accorto di quanto successo solo la mattina dopo, quando sono arrivati i carabinieri". 

PERIZIA SULLA VELOCITÀ
Il pm ha disposto la perizia per verificare la velocità alla quale procedevano le sue auto coinvolte nell'incidente, quella dei ragazzi e quella dell'investitore.

CONTROLLARE ANCHE IL CELLULARE DI MARINICA
Intanto questa mattina il pm Giovanni Gasparini ha disposto gli accertamenti tecnico-dinamici sull'incidente, compreso il controllo del cellulare di Marinica, per capire se, ad esempio, al momento dello scontro, lo stesse usando o abbia inviato emssaggi o usato i social dopo lo schianto.

L'INCIDENTE
Nella notte tra sabato e domenica scorsi, il ventisettenne di nazionalità romena, residente da anni a Musile, elettricista per l'azienda di un connazionale, si trovava al volante della Volkswagen Golf che, rientrando da un sorpasso, ha urtato la Ford Fiesta con a bordo cinque ventiduenni di Musile, facendola finire fuori strade e provocando la morte di quattro di loro. L'indagato, assitito dall'avvocato Rodolfo Marigonda, si trova agli arresti domiciliari, misura cautelare che gli è stata concessa dal pm Giovanni Gasparini alla luce della collaborazione offerta agli investigatori per ricostruire il grave incidente stradale, avvenuto lungo via Pesarona, a Ca' Nani di Jesolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Luglio 2019, 11:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Marius Alin Marinica: domiciliari confermati. Perizia sulla velocità delle auto e sul cellulare dell'elettricista
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2019-07-18 16:36:53
All'inizio è stato detto che erano in due, se è vero , che fine ha fatto il complice????
2019-07-17 20:23:49
Grazie "giustizieri" italici!!!! Ma la ruota gira...
2019-07-17 19:35:51
Tutto ciò si concluderà con l'ennesimo episodio di pessima giustizia x questo povero paese ormai alla fine
2019-07-17 18:26:40
avvocato Rodolfo Marigonda, COMPLIMENTI !!!!!
2019-07-17 19:21:53
ci vuole coraggio per difendere un criminale che ha fatto 4 giovani innocenti morti. Forse da genitore e con un figlio morto anche il miglior avvocato si rifiuterebbe di difendere un tale criminale. ma ormai la gente ha perso il buon senso, l'intelligenza, la morale, la dignità in nome della "professione", dei soldi ecc...