Martedì 16 Luglio 2019, 11:13

L'ex pompiere: «Un botto fortissimo, poi ho pensato solo a salvare Giorgia»

PER APPROFONDIRE: incidente, jesolo, pompiere eroe
L'ex pompiere: «Un botto, poi
ho pensato solo a salvare Giorgia»

di Giuseppe Babbo

JESOLO - «Negli occhi di quella ragazza ho visto mia figlia, ho agito d'istinto: l'unico pensiero è stato quello di portarla a riva e metterla in salvo». Le parole, pesate fino in fondo, sono quelle di un residente di via Pesarona, un ex militare ed ex vigile del fuoco. Lui è stato tra i primi ad intervenire sabato notte nel luogo dell'incidente costato la vita ai quattro ragazzi di Musile e San Donà. Ma soprattutto il primo ad entrare in acqua e a salvare Giorgia Diral, l'unica sopravvissuta di questa tragedia. A meno di 48 ore di distanza fatica a dimenticare quei momenti e anche per questo ha accettato di raccontare quanto accaduto ma lontano dai riflettori, evitando strumentalizzazioni e pubblicità. «Ci siamo svegliati nel cuore della notte da un rumore fortissimo racconta ho subito capito che era accaduto un incidente, del resto non è la prima volta che ne accadono in questa strada.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'ex pompiere: «Un botto fortissimo, poi ho pensato solo a salvare Giorgia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-07-16 15:59:10
il pompiere paura non ne ha!!!!!!
2019-07-16 14:17:24
Grazie!