Emanuela, la disabile-scrittrice vince un premio e ora pilota anche gli aerei

Sabato 3 Aprile 2021 di Giuseppe Babbo
Emanuela Bressan

JESOLO - Un invito ad andare oltre le difficoltà del momento, ma anche a non porsi limiti. È il messaggio lanciato dal racconto Una scia di libertà, scritto dalla jesolana Emanuela Bressan, che ha vinto il concorso letterario A proposito di donne...in emergenza organizzato dal Comune di Alessandria in occasione delle celebrazioni del Marzo Donna ancora nel 2020: con le limitazioni dello scorso anno, le premiazioni sono state posticipate di 12 mesi e si sono svolte a inizio mese in videoconferenza. Per la scrittrice jesolana c'è stata la soddisfazione di aver vinto il primo premio trattando un tema forte come quello della disabilità.

LA VICENDA «Fino al 2005 ero un'albergatrice - racconta Emanuela - Poi un incidente mi ha costretta su una carrozzina. La mia vita è migliorata, certo non fisicamente ma ho iniziato a vivere giorno per giorno, senza pormi limiti». È in questo contesto che è nato il suo racconto, un testo che racconta le rimostranze di una donna che deve rivedere la sua quotidianità per effetto del lockdown.

IL MESSAGGIO «Io sono lì vicino che ascolto distesa mentre prendo il sole continua Emanuela e mi dico che per me nulla sarà più come prima e non da quando sono scattate le chiusure. È un testo semplice, che vuole essere un invito ad andare oltre a ciò che ci circonda, comprese le difficoltà che sembrano insormontabili. Ho imparato ad andare oltre i miei limiti, ho un nuovo lavoro e nel 2016 con il Club Papere Vagabonde ho ottenuto il brevetto di volo, appena possibile mi metto ai comando di un aereo». Emanuela ha accolto con stupore la notizia di aver vinto il primo premio. «Onestamente ho partecipato al concorso quasi per scherzo conclude la donna ho scritto di getto delle emozioni che provano in un determinato momento, non immaginavo di vincere il primo premio ma sapere che questo testo ora può essere utile per trattare un tema importante come quello della disabilità è motivo di orgoglio». 

Ultimo aggiornamento: 4 Aprile, 09:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA