Investono due ciclisti, tre ragazzi in posa per la foto col pollice in alto

Sabato 26 Ottobre 2019 di Vittorino Compagno
100
VIGONOVO - Pollice in alto, soddisfatto, in posa come una bella foto scattata in vacanza, in totale relax. Peccato che avesse appena travolto due ciclisti con una potente Audi Coupè, andando contromano in fase di sorpasso. Succede a Vigonovo, provincia di Venezia, al confine con la provincia di Padova. Mentre i due ciclisti, entrambi di Noventa Padovana, venivano portati in ospedale dopo il violento impatto, i tre ragazzi che erano a bordo dell’auto che li aveva appena investiti se ne stavano belli comodi appoggiati al guard-rail. L’autista, un giovane di Cavallino-Treporti, era il più tranquillo di tutti, al punto da atteggiarsi in quella posa inopportuna, assurda, irriverente: i due pollici alzati, come Fonzie, il sorriso stampato in faccia e una tranquillità totale, inconsapevole di quello che aveva appena provocato. Così ha avuto la pensata di mettersi in posa alla fotografa che era appena giunta sul posto per immortalare quel sinistro che, per un puro caso, non ha provocato vittime.

LA DINAMICA L’incidente si è verificato ieri mattina lungo Riviera Naviglio Brenta. L’Audi, in fase di sorpasso, si è trovata davanti i due ciclisti padovani: uno è stato preso in pieno, sollevato da terra fino a colpire il parabrezza dell’auto. L’altro è stato sfiorato, finendo a terra. Tutti e due sono stati trasportati in autoambulanza al pronto soccorso di Dolo. Il meno grave, quello preso di striscio, è stato medicato e subito dimesso, per l’altro si è reso necessario il ricovero ospedaliero. Le sue condizioni non sono comunque gravi. L’auto investitrice, sulla quale viaggiavano altri due ragazzi era condotta da una giovane di Cavallino-Treporti. Proveniente da Stra, l’Audi si stava dirigendo verso la frazione San Pietro, ma in territorio di Vigonovo. Alcuni testimoni avrebbero visto l’auto accelerare in maniera esagerata per effettuare il sorpasso di un’altra vettura, mentre in senso contrario stavano arrivando i due ciclisti, ambedue residenti a Noventa, fortunatamente protetti da un caschetto da corridore. I due stavano tranquillamente tornando a casa dopo una corsa mattutina effettuata lungo la strada bassa che corre parallela alla regionale 11 rivierasca. L’urto è stato inevitabile.

LA FOTO CHOC Quando sul posto sono giunti una pattuglia della Polizia locale di Vigonovo e i carabinieri della locale stazione per rilevare l’incidente, le tre persone che si trovavano a bordo dell’autovettura investitrice erano tranquillamente sedute sul guard-rail che costeggia il corso del lato destro del Naviglio Brenta. Ridevano tra loro come se il fatto quasi non li riguardasse. Sul posto è arrivata anche una fotografa e quando il conducente dell’auto si è accorto della sua presenza, ha guardato fisso nell’obiettivo e sghignazzando ha alzato i pollici in segno di vittoria. Gli agenti di Polizia locale e i carabinieri non si sono accorti di nulla, ma la scena è rimasta indelebilmente impressa negli scatti. L’uomo se la caverà con il pagamento di una pesante sanzione amministrativa, che i vigili non hanno ancora quantificato, e la decurtazione di diversi punti dalla patente di guida. L’Audi non è stata in grado di proseguire perché nell’impatto con uno dei due corridori ha riportato la rottura del parabrezza. È stata quindi recuperata dal soccorso stradale assieme alle due biciclette da corsa di considerevole valore. I rilievi dell’incidente sono proseguiti fino alle 12.30 con un inevitabile caos intensificato dall’ora di punta del traffico. Resta quel gesto beffardo, destinato ad accendere le polemiche. Perché, al di là della sanzione amministrativa per l’incidente causato, rimane l’assoluta mancanza di rispetto. 
Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA