Quarantenne investe due ciclisti, tira dritto, poi ci ripensa e va in commissariato

Giovedì 25 Novembre 2021 di Giuseppe Babbo
Via Roma Destra, la strada dove si è verificato l'incidente
2

JESOLO - È ricoverato in prognosi riservata all’ospedale dell’Angelo di Mestre uno dei due ciclisti rimasti coinvolti nel grave incidente stradale avvenuto martedì sera lungo via Roma destra. La donna che si trovava alla guida dell’auto si è presentata, visibilmente scossa, negli uffici del commissariato di Polizia di via Pietro Sassaro. Inizialmente si era allontanata dal luogo del sinistro, salvo poi presentarsi alle forze dell’ordine. La guidatrice, una quarantenne residente in zona, si trovava alla guida di una Fiat Punto lungo via Roma Destra. Sulla stessa strada stavano procedendo anche due cittadini originari del Bangladesh, entrambi di 40 anni, tutti e due sulla stessa bici.


TRAVOLTI DALL’AUTO
Per cause ancora in corso di accertamento i due mezzi si sono scontrati. Ad avere la peggio sono stati ovviamente i due ciclisti, rispettivamente sbalzati dalla sella e dal portapacchi. Tutti e due sono piombati pesantemente sull’asfalto, riportando delle ferite. In particolare, uno dei due ha avuto gravi lesioni agli arti inferiori, tanto che una volta stabilizzato dal personale del 118 è stato elitrasportato dall’elicottero del Suem, atterrato a poca distanza dal luogo dell’incidente, all’ospedale di Mestre, dove si trova ricoverato in prognosi riservata. Meno gravi invece le condizioni del connazionale, ferito lievemente e trasferito al pronto soccorso di Jesolo anche per il grande spavento avuto dopo l’impatto con l’automobile.


APERTA UN’INDAGINE
La donna che guidava l’auto si è invece allontanata. Per questo gli agenti della Polizia locale avevano da subito avviato le indagini per cercare di identificare l’auto, vagliando le immagini del sistema di videosorveglianza e raccogliendo le prime testimonianze di alcuni automobilisti. Ma poco dopo l’incidente, la donna si è spontaneamente presentata autonomamente negli uffici del commissariato di polizia, i cui agenti hanno immediatamente avvisato i colleghi della Polizia locale. Non è escluso che la stessa guidatrice si sia allontanata perché presa dal panico. In ogni caso la sua posizione è al vaglio, soprattutto per quanto riguarda l’eventuale accusa per lesioni stradali e omissione di soccorso tenendo comunque conto che l’esatta dinamica dei fatti è ancora in fase di ricostruzione. Nelle prossime ore, gli agenti, in base agli elementi raccolti, cercheranno di chiarire ogni responsabilità. Come da prassi, gli agenti della Polizia locale hanno informato il Pm di turn, che ha disposto il sequestro della bicicletta e dell’automobile.

Ultimo aggiornamento: 07:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA