Unesco avverte Venezia: «Risolva
i problemi o non sarà Patrimonio»

Giovedì 14 Luglio 2016
42
VENEZIA - Venezia al centro del meeting di Instanbul dell'Unesco: e dalla città sul Bosforo arriva l'ultimatum. La storica perla lagunare rischia di uscire dai siti che costituiscono il patrimonio dell'umanità, e di venire declassata a sito monumentale a rischio, come certi decadenti centri del Medio Oriente. Dall'Unesco arriva una frustata: c'è tempo fino a febbraio 2017, poi scatta la "sanzione". Il richiamo è all'amministrazione della città, al governo centrale, perché arrivino segnali concreti della volontà di risolvere annosi problemi che si trascinano senza soluzione. Tra questi il turismo non controllato, i danni del moto ondoso, la disapora dei residenti del centro storico, il problema grandi navi.

Insomma, la richiesta è di stoppare le iniziative in corso e di elaborare un complesso di interventi capaci di tutelare veramente la città a livello ambientale e monumentale. Italia Nostra suggerisce misure per arginare i turisti fai da te e mordi e fuggi, "salvare" dagli assalti eccessivi i monumenti, regolamentare e limitare la diffusione di appartamenti in affitto, incentivare residenti e proprietari che intendano ristrutturare gli immobili, agevolare i negozi di vicinato e chi intende stabilirsi nella città. Da parte del "gruppo25aprile" che da tempo si batte per una Venezia meno consumata e più vissuta, arriva l'appoggio a queste idee. Ultimo aggiornamento: 18:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA