Ticket d'ingresso, i nati a Venezia esentati. Esclusi anche i tifosi

Martedì 26 Febbraio 2019
48
VENEZIA - Chi è nato a Venezia e abita altrove sarà esentato dal pagamento del contributo di accesso alla città lagunare, la cosiddetta «tassa di sbarco» introdotta con la legge di Bilancio 2019. Non saranno esentati invece i parenti non residenti in Veneto di chi è residente in centro storico.

Lo prevede un emendamento presentato oggi dalla Giunta comunale durante il dibattito sul regolamento sul contributo e approvato stasera a maggioranza. Ventidue in tutto le modalità di esenzione. Hanno votato a favore 22 su 33 consiglieri presenti, contrari 5; i consiglieri del Partito democratico non hanno partecipato alla votazione. Con lo stesso esito è stata approvata la delibera per l'immediata esecuzione del provvedimento. 

TIFOSI. La stessa modifica prevede che anche il tifoso che entra a Venezia con mezzi pubblici appositamente istituiti per arrivare agli impianti dove si svolge un evento sportivo non pagherà il ticket. Che sarà dovuto al contrario per i tifosi non organizzati o che raggiungono a piedi stadi o palazzetto.

RIDUZIONI DEL 50%. Il Consiglio comunale ha infine dato l'ok alla riduzione del 50% del ticket d'ingresso per chi soggiorna in strutture ricettive in Veneto. 


TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SUL GAZZETTINO DI DOMANI Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 11:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA