Corte d'Appello, organico -33%: il presidente Citterio enumera i "buchi" dei magistrati

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Redazione Web
Magistratura, organici in crisi a Venezia

VENEZIA - «I concorsi finalmente ci sono, ma chi li vince non sceglie Venezia come sede perché scomoda e costosa, siamo a -33% del personale nella sola Corte d'Appello, a luglio eravamo al -31%: un trend negativo molto veloce». Lo ha detto il presidente reggente della Corte d'Appello di Venezia, Carlo Citterio, in vista dell'inaugurazione dell'anno giudiziario di sabato. «Mancano figure essenziali - ha aggiunto Citterio - siamo senza dirigente, manca il 51% dei funzionari giudiziari il 35,1% degli assistenti giudiziari e ben il 55,66% degli ausiliari».

«Per quanto riguarda nello specifico i magistrati - ha rilevato - in Corte abbiamo 9 "vacanze" e presto diventeranno 10 mentre il Tribunale di Venezia su 5 posti vacanti di giudice ne verranno coperti solo tre». La Corte nonostante la cronica mancanza di personale è scesa da 13.575 giudizi penali pendenti a 12.277 con tre sezioni, mentre in sede civile da 9.785 a 7.618 con quattro sezioni più una dedicata al lavoro. Un settore, quello civile, che ha potuto marciare  più speditamente grazie al processo telematico.

Per Citterio «se ci fosse una risposta sul personale non potremmo decollare, ma fare qualche balzo verso l'alto di sicuro, altrimenti rischiamo di affondare». La pandemia ha influito relativamente ma hanno inciso e ancor di più prossimamente (regole più rigide) le decisioni dei singoli sulla campagna vaccinale. Buone notizie sul fronte del Pnnr con i fondi che permetteranno di concludere il secondo lotto della cittadella della giustizia a piazzale Roma, ma soprattutto di programmare anche i lavori sul terzo lotto.

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci