Il Gazzettino premiato al Festival letterario dedicato al viaggio

Lunedì 20 Settembre 2021 di Giuseppe Babbo
Il direttore del Gazzettino Roberto Papetti ritira il premio a Jesolo

JESOLO - Tre giorni di presentazioni librarie e incontri con relatori di alto livello per affrontare il tema dei viaggi e della letteratura. Ma anche accademici, esploratori, giornalisti, scrittori che hanno discusso il ruolo che la scrittura può avere nel restituire le esperienze sensoriali, umane e interiori che avvengono quando ci si sposta geograficamente. Il tutto con la presentazione di Monica Vallerini. Si è concluso ieri sera, al teatro Vivaldi, la seconda edizione di Sì Viaggiare, il Festival della Letteratura di Viaggio organizzato dal Comune, la Regione e la Casa Editrice Mazzanti Libri. Ieri, nell'ultima giornata del Festival, durante la quale c'è stata una ricca sequenza di presentazioni librarie, con ospiti Tomaso Invernizzi, Dario Petucco, Macri Puricelli, Alessandro Dissera Bragadin, Mario Cimarosti, Francesca Giommi e Michela Poli, durante la serata di gala l'assessore alla Cultura Giovanni Battista Scaroni ha consegnato a Roberto Papetti, direttore responsabile del Gazzettino il Premio Sì Viaggiare per il contributo che il quotidiano del Nordest «dà alla diffusione della cultura in generale e alla scoperta culturale del territorio veneto nello specifico». Una motivazione la cui importanza è stata sottolineata dallo stesso Papetti: «È una motivazione ha spiegato il direttore de Il Gazzettino nel suo intervento che dà un senso al lavoro che facciamo e che è legato a questo territorio. Il concetto di cultura nel territorio è molto vasto, significa anche storia e valorizzare l'identità». 

STORIA E VIAGGI

Da registrare che nel primo giorno di Festival, dopo l'inaugurazione di un contest letterario rivolto alle scuole superiori, è stato ospitato un panel sulle declinazioni del viaggio al femminile, con il contributo di Romina Casagrande e Giulia Lamarca, scrittrici, ed Elena Dak, antropologa. A seguire si è svolto un approfondimento sui paesaggi e la coscienza ambientale, con Attilio Brilli, Sergio Frigo e Daniele Zovi. Il secondo giorno ha offerto un panel sul Mediterraneo tra Oriente ed Occidente Dentro e fuori i confini di casa, con gli scrittori Alessandro Martini e Maurizio Francesconi, Gianluca Lioni e Gioacchino Lanotte e l'approfondimento dedicato al viaggio tra storia e grandi esplorazioni. La serata di gala di ieri, incentrata sul tema dell'accoglienza ha visto molte premiazioni: la consegna del Premio Letterario Dispatriati, promosso dalla fondazione Filitalia, assegnato a Beatrice Di Meo per il romanzo Luigi e che ha visto presente il Fondatore Pasquale Nestico collegato da Filadelfia. Si sono poi succeduti gli interventi dell'ingegnere Francesco Grandis e del giornalista Aldo Cazzullo. Già confermata la terza edizione che però si terrà nel mese di giugno. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche