Martedì 16 Aprile 2019, 10:21

Donare giorni ai colleghi in difficoltà è possibile, nascono le ferie solidali

PER APPROFONDIRE: ferie, solidali, ulss 3, venezia
Donare giorni ai colleghi in difficoltà è possibile, nascono le ferie solidali

di Elena Callegaro

MESTRE - Donare il proprio tempo ai colleghi che hanno figli ammalati: anche all'Ulss 3 Serenissima arrivano le ferie solidali, come già succede in molte grandi aziende o multinazionali del privato. Definita dal nuovo contratto collettivo del comparto, questa nuova possibilità è stata infatti recepita con uno specifico regolamento, previo accordo sindacale sottoscritto da tutte le sigle. Luca Favaretto della segreteria Uil Fpl Venezia spiega: «È un aiuto per le mamme e i papà che purtroppo hanno figli malati, l'azienda sanitaria non ci rimette nulla e il beneficio è di tutti. Possono usufruire delle ferie solidali tutti i dipendenti, prosegue Favaretto - dagli infermieri agli amministrativi, tranne al momento i dirigenti per i quali servirà prima il rinnovo del contratto di lavoro».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Donare giorni ai colleghi in difficoltà è possibile, nascono le ferie solidali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-04-17 09:10:33
bella iniziativa, la si potrebbe applicare anche per i profughi, chi vuole dona di suo e se ne fanno entrare tanti per quando ammonta la garanzia per il loro mantenimento, diciamo almeno minimo 1 milione a cranio per poterli mantenere in vita, più la fideiussione obbligatoria per i presunti danni che potrebbero arrecare a terzi ed alle cose altrui. ci sarebbero le fila di operai del PD e sindacalisti della CGIL che si priverebbero totalmente del loro stipendio per donarlo ai profughi e non avremmo nemmeno bisogno di ospitarli negli hotel perché i buonisti usciti allo scoperto se li poterebbero tutti a casa loro per far vedere che sono bravi. così nessuno di quelli che non aderiscono all'iniziativa si lagnerebbe più di nulla.
2019-04-16 15:34:50
Anche se l'iniziativa la trovo lodevole, ho il sospetto che vada contro l'Art. 36 della Costituzione, perché cederle è un metodo elusivo per rinunciarvi, oltre che ad uno strumento di ricatto morale e materiale dei datori di lavoro verso i dipedenti, per non concederle. E se ci ho pensato io, figurarsi i professionisti!