Mercoledì 10 Luglio 2019, 08:50

Lo Stato deve rimborsare lo 007 calunniato dal Felice Maniero

Lo Stato deve rimborsare lo 007  calunniato da Felice Maniero

di Angela Pederiva

VENEZIA - Giusto per avere un'idea di quanto tempo è passato dall'inizio di questa storia, basti pensare che quel giorno Bettino Craxi ricevette a Milano il primo avviso di garanzia dal pool di Mani Pulite. Era il 15 dicembre 1992 e a Marghera, invece, in un'auto rubata e abbandonata nel parcheggio del motel Agip venne scoperto dalla polizia un carico di armi proveniente dall'ex Jugoslavia e destinato alla mafia siciliana: un rinvenimento propiziato dalla Mala del Brenta con l'intervento dei Servizi Segreti. Per quell'episodio, a distanza di 27 anni, ora lo Stato dovrà rimborsare un suo servitore, un ex funzionario del Sismi accusato dall'allora boss Felice Maniero di aver organizzato un falso ritrovamento per fare carriera, ma assolto con una sentenza diventata definitiva ancora un decennio fa, motivo per cui ora il Tar del Lazio ha imposto che gli vengano rifuse le rilevanti spese legali sostenute.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lo Stato deve rimborsare lo 007 calunniato dal Felice Maniero
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-07-10 09:16:56
certo anche lo stato che crede ad un delinquente che accusa un poliziotto... siamo proprio ben messi in Italia
2019-07-10 12:04:00
Gia'
2019-07-10 23:24:13
Non sarebbe la prima volta che il "Poliziotto" e peggio del delinquente.