A piedi in Tangenziale con borse di esplosivo, confiscati a Hudorovic terreni e immobili per 180.000 euro

Sabato 23 Ottobre 2021
A piedi in Tangenziale con borse di esplosivo, confiscati a Hudorovic terreni e immobili per 180.000 euro

MESTRE - I Carabinieri di Mestre hanno dato confiscato in via definitiva un fabbricato ed un terreno nel Comune di Cavallino Treporti, per un valore di mercato di 180.000, posseduti da Romeo Hudorovic, 46 anni. La misura è stata emessa dal Tribunale di Venezia, sulla base delle indagini svolte sotto il coordinamento della Procura dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre, dopo che l’uomo era finito sotto la lente degli investigatori sin dall’aprile 2021, quando – insieme a tre complici – era stato fermato e denunciato per il possesso di esplosivi, mentre tutti attraversavano a piedi la tangenziale di Mestre.

Dopo questo episodio, impressionante per la capacità di fuoco potenziale dell’ordigno esplosivo artigianale rinvenuto, all’uomo sono state “fatte le pulci” su patrimonio, movimenti e quant'altro per trovare la ragione di tale azzardo. I Carabinieri hanno scoperto così che Hudorovic è titolare “fittizio” di numerosi beni immobili, intestati a parenti o amici stretti, ma comunque riferibili e gestiti in prima persona da lui.

I militari sono arrivati così a sequestrare ad aprile un fabbricato ed un terreno a Cavallino Treporti, a pochi passi dal lungomare, dove si sospetta sia in corso una speculazione edilizia. Dopo il sequestro immediato degli immobili, nei giorni scorsi il via libera per procedere alla confisca definitiva, notificata ed eseguita ieri.

Ultimo aggiornamento: 11:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA