Esplode la bombola di gas, appartamento distrutto: feriti 10 senegalesi

Domenica 6 Gennaio 2019
26

MESTRE - Nella  notte, 15 minuti prima dell'una, i vigili del fuoco, sono intervenuti in via Milesi, in zona Cipressina, a Mestre per un'esplosione dovuta a una fuga di gpl in un appartamento al terzo piano di un condominio: 10 le persone coinvolte, due sono state ricoverate. I pompieri sono accorsi con un'autopompa, un'autobotte e un'autoscala e 11  operatori, hanno soccorso con il Suem 118 le dieci persone, tutte  senegalesi, che si trovavano all'interno: due di loro sono state portate in ospedale e ricoverate, una con ustioni, gli altri 8 hanno ferite leggere.

L'appartamento è completamente inagibile.

GUARDA IL VIDEO

Nell’appartamento intestato a due stranieri, erano ospiti altri connazionali. Lo scoppio è stato causato dalla perdita di gas da una bombola usata per cucinare e riscaldarsi. A far esplodere il gas che aveva saturato parte di un locale la scintilla provocata dall’accensione di una luce. Dopo lo scoppio che ha svegliato il quartiere sul posto sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco. Il botto e la fiammata seguita hanno reso inagibile l’appartamento.

L'esplosione è stata causata da una fuga di gas di una bombola gpl collegata ad una stufa. Ingenti danni strutturali all'appartamento, posto all'ultimo piano dello stabile. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate intorno alle 4.

Ultimo aggiornamento: 17:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA