Travolto in monopattino, grave ragazzino di 12 anni

Giovedì 10 Giugno 2021 di Fabrizio Cibin
Eraclea, soccorsi al ragazzino travolto in monopattino
3

ERACLEA - È stato ricoverato in prognosi riservata il ragazzino che ieri è stato investito da un'auto mentre stava andando con il suo monopattino. Considerate le sue condizioni, apparse subito gravi, è dovuto intervenire l'elisoccorso, che lo ha poi trasportato all'ospedale di Treviso in codice 3 (su una scala di quattro, che è la condizione più grave).


L'INCIDENTE

Il fatto è avvenuto  ieri sera. Coinvolto un ragazzino di 12 anni residente in zona. L'incidente è avvenuto all'incrocio tra le vie Palladio e Da Vinci, strada parallela a quella principale, quindi meno trafficata. E forse anche per questo, e approfittando delle belle giornate di sole, in un momento in cui ormai le scuole sono arrivate alla conclusione, il ragazzino aveva deciso di usare il suo monopattino, magari per raggiungere gli amici. È proprio in corrispondenza dell'incrocio che è avvenuto il terribile impatto. Il dodicenne, infatti, è stato investito da una Lancia Ypsilon. Un urto violento, con il ragazzino che è rovinato sull'asfalto. Il conducente si è subito fermato ed è stato dato l'allarme.


L'ELISOCCORSO

Sul posto si sono portati i sanitari del Suem 118 e, subito dopo, anche l'elisoccorso, proprio perchè le condizioni dell'investito sono apparse subito gravi, oltre che per la delicatezza del caso, in considerazione della giovane età. Una volta intubato e stabilizzato, è stato elitrasportato al Ca' Foncello: qui è stato ricoverato in prognosi riservata. Oltre ai vari traumi e contusioni, avrebbe riportato una brutta frattura esposta al femore sinistro e altre fratture ad un braccio. Sul luogo dell'incidente anche i carabinieri della stazione di Eraclea, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso, oltre ad avere sottoposto il conducente della Ypsilon a etilometro, come da prassi quando ci si trova di fronte ad un incidente grave. Rimane da ricostruire tutta la dinamica, dalla direzione di marcia dell'auto, ma anche da eventuali violazioni del Codice della strada, ovvero del rispetto dei dare la precedenza. Nel frattempo la notizia del grave incidente ha fatto il giro del paese, con i residenti, compreso il primo cittadino, Nadia Zanchin (lei stessa mamma), in apprensione per le condizioni del ragazzino. Negli ultimi giorni, praticamente in corrispondenza con il ritorno alla completa normalità, senza le varie restrizioni, sono aumentati i casi di incidenti stradali, anche con gravi.
 

Ultimo aggiornamento: 10:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA