«Una strada per don Franco De Pieri» Firme on line per lanciare il progetto

Domenica 19 Settembre 2021
Don Franco De Pieri

MESTRE «Dedichiamo una strada a don Franco De Pieri, sacerdote che ha segnato la storia di Mestre. L'ideale sarebbe l'attuale via Pezzana che da via Triestina porta al forte Rossarol, a Tessera, dove don Franco ha saputo costruire dei servizi e una comunità di accoglienza con cui ha fatto tanto del bene, a tanti». Gli Amici sportivi del bar centrale di Favaro lanciano una raccolta firme per chiedere al Comune che don De Pieri, morto nel 2015 a 77 anni, sia ricordato con l'intitolazione di una via, in città. Con una preferenza suggerita. «Don Franco è stato un grande uomo che predicava la fede con cuore e impegno spiegano La sua esistenza ha tracciato un percorso dedicato agli ultimi, fondando il Centro di solidarietà don Lorenzo Milani, un vero e proprio modello di sostegno e di integrazione delle persone in difficoltà».


La raccolta firme rilancia la primissima richiesta avanzata ancora nel giugno del 2019 quando fu organizzato il primo torneo di calcio in memoria del sacerdote, che ieri ha celebrato la sua seconda edizione con la partecipazione dei giovani atleti delle parrocchie di Favaro, Dese, Tessera e del Forte Rossarol stesso, che ha ospitato una cinquantina di partecipanti. «Allora riprendono i promotori la proposta fu accolta con entusiasmo da autorità, parroci e cittadini presenti, i quali candidarono via Pezzana, la strada che collega la Triestina al Centro Don Milani. Ora vorremmo sostenere quella indicazione, chiedendo a quanti hanno conosciuto e apprezzato don Franco d'inviare la propria firma a donfdepieri@gmail.com». In tutta Mestre, e non solo, resta vivo il ricordo del sacerdote che tra i primi in Italia seppe costruire una comunità di recupero dalle dipendenze in anni in cui, a livello pubblico, non c'era praticamente niente. Tra gli incarichi pastorali che ricoprì, fu vicario in duomo con monsignor Vecchi, parroco al Corpus Domini del quartiere Pertini e a San Paolo, dopo anche un'esperienza da missionario in Brasile. Dovunque il suo carisma il suo impegno sono scolpiti nella memoria di tanti, anche non credenti, che tuttora lo rimpiangono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA