Nuovo Pronto soccorso sopraelevato, c'è l'ok dell'Ulss

Lunedì 27 Settembre 2021 di Lino Perini
Nuovo Pronto soccorso sopraelevato, c'è l'ok dell'Ulss

DOLO - Passo importante per la prosecuzione dei lavori di realizzazione del blocco est, che comprende il nuovo pronto soccorso, nell'ospedale di Dolo. Nei giorni scorsi il Direttore generale dell'Ulss 3 Serenissima, Edgardo Contato, ha sottoscritto la delibera relativa all'approvazione delle procedure per l'affidamento dell'appalto inerente la realizzazione delle opere propedeutiche alla sopraelevazione del nuovo pronto soccorso dolese.
L'atto fa seguito a quanto stabilito nel Programma straordinario di investimenti in sanità approvato dalla Regione del Veneto il 27 gennaio 2020, e che relativamente all'ospedale dolese aveva previsto un piano di restauro sanitario che, nella prima fase prevede la realizzazione dell'edificio denominato Blocco Est OD 03D, costituito da quattro piani, con previsioni d'uso al piano terreno di un nuovo pronto soccorso, al primo piano di un vano tecnico per l'intero fabbricato, al secondo piano di terapie intensive (rianimazione) per nove posti letto ed al terzo piano sale operatorie, in numero di sei.


LE MODIFICHE

I lavori al piano terreno per la realizzazione del nuovo pronto soccorso sono già stati realizzati, mentre sono imminenti i lavori di sopraelevazione per procedere alla realizzazione dello strutturale dei rimanenti piani e all'esecuzione della nuova terapia intensiva - rianimazione. Tuttavia, in conseguenza delle mutate caratteristiche progettuali dell'intervento di sopraelevazione, si rende necessario effettuare con sollecitudine alcune opere propedeutiche strutturali e impiantistiche di collegamento tra il nuovo pronto soccorso e i sovrastanti piani, consistenti sostanzialmente nel taglio delle porzioni rastremate di alcuni pilastri perimetrali esistenti al piano terra e in modifiche agli impianti elettrici con predisposizioni in aggiunta.


LAVORI STRAORDINARI

Tali opere consentiranno di adeguare la nuova struttura a un maggior carico permanente presente ad ogni piano ospedaliero e in copertura per la futura presenza di impianti per il funzionamento dell'intero blocco, ad un maggior carico accidentale dovuto alla presenza di sale operatorie all'ultimo piano ospedaliero, ad una maggior altezza di interpiano all'ultimo piano, ad un maggior carico elettrico. Interventi da appaltare per un importo previsto, compresi oneri per la sicurezza, pari a 101.134,70 euro a cui devono aggiungersi somme per imprevisti, spese tecniche ed Iva per complessivi 119.810,57 euro.
Pertanto l'Ulss 3, sta procedendo ad individuare, attraverso una selezione, l'affidamento degli interventi previsti, adottando criteri di assegnazione diretta ritenuto che gli stessi rientrano nella categoria dei lavori di manutenzione straordinaria.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA