Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I guardiani della Piazza contro pic-nic, pattinatori e gite in bici tra le calli

Domenica 15 Agosto 2021
Turisti cafoni a Venezia
6

VENEZIA - Un assaggio di come ripresa del turismo e decoro urbano si stiano nuovamente intrecciando a Venezia arriva senz'altro da piazza San Marco. Ed è proprio lì che tutti i giorni, e tanto più in questi giorni di festa, gli addetti di Enjoy Respect Venezia, la campagna di sensibilizzazione a un turismo sostenibile e rispettoso promossa dal Comune, vegliano sul comportamento di chi frequenta l'area. «Per conservare l'integrità e l'autenticità di Venezia» senza «alterarne l'ambiente artistico e naturale», o «ostacolare lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche», come recita la loro missione. Tra le annotazioni più comuni c'è quella di «non accamparsi a mangiare, o sedersi come si fosse al bar, sugli scalini delle Procuratie Nuove raccontano in due incaricate di turno Ultimamente è successo spesso che chi avvisato non si alzasse, sostenendo di avere un'invalidità di qualche tipo, pur senza stampelle né difficoltà motorie.

C'è poi chi passa in bicicletta, cosa proibita, e proprio ultimamente è capitato di doverlo far presente più volte. Proprio ieri (venerdì, ndr) una ragazza ha finito per prendere una multa perché si ostinava ad andare in pattini». Quando a sporcizia, la situazione è fortunatamente sotto controllo. «Ci sono molti cestini per le immondizie. Piuttosto la sera, dopo le sei, quando finisce il nostro orario di lavoro qui e la piazza è più scoperta aggiungono le addette arrivano i venditori ambulanti di grano o quelli che sparano gli aggeggi luminosi in aria». I lucchetti invece sono un problema più confinato a Rialto mentre l'abbigliamento poco consono al centro storico, per non dire talvolta inesistente, è un problema che si manifesta quasi esclusivamente nei periodi di proclamazioni di laurea o addii al celibato e nubilato, quando le comitive a zonzo per la città arrivano anche a San Marco, senza accorgersi di quanto abbiano effettivamente alzato il gomito. Quanto ai tuffatori da canali, «la scorsa settimana un turista è scivolato in acqua proprio sui gradoni del bacino. Questo week end abbiamo comunque notato meno gente del previsto. Tanta senz'altro per il periodo, ma nemmeno da paragonare con i giorni scorsi». 
C.Fra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci