​Cucciolo di pitbull maltrattato dal padrone ubriaco: 33enne portato in caserma

Giovedì 13 Agosto 2020
Cucciolo di pitbull maltrattato dal padrone
1
;MARGHERA - Tunisino ubriaco maltratta il proprio cane. Singolare la vicenda accaduta ieri sera, mercoledì 12 agosto, a Marghera, che ha avuto come testimoni ed operatori i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mestre.
Un soggetto di origini tunisine, A.R. classe 1987, conosciuto dalle forze dell’ordine, in preda a totale alterazione, dovuta all’abbondante assunzione di bevande alcoliche, si è lasciato andare ad una prolungata condotta molesta nei confronti di un cucciolo di Pitbull, di sua proprietà e con tanto di Chip.

In un primo momento sono stati alcuni residenti del popoloso quartiere della Municipalità a chiamare il 112, per segnalare il comportamento del giovane, che urlava frasi sconnesse nei confronti di tutto e tutti, prendendosela anche con l’animale, colpendolo ripetutamente.
L’equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile, giunto sul posto pochi minuti dopo la segnalazione, ha rintracciato l’uomo, proprio mentre stava maltrattando il povero animale – lo stava trascinando per le zampe e picchiando con durezza.
I militari sono intervenuti immediatamente, per identificare il soggetto ed interrompere l’azione inumana.

Gli operanti hanno quindi bloccato e condotto in caserma l’uomo, non senza difficoltà. In sede, dopo aver verificato i precedenti penali già sussistenti, appartenenti ad un ampio spettro di norme penali violate, hanno denunciato lo stesso in base alla specifica ipotesi di reato prevista dal Codice per “Maltrattamento di animali”.

Il povero cane, dolorante e sofferente per il trattamento ricevuto, dopo aver ottenuto le prime cure del veterinario di turno e stato quindi affidato ad una struttura che se ne potrà occupare, salvo dalle perverse attenzioni del suo padrone.                                                        
  Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA