Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Magistrato no-vax e no-pass sospeso, a rischio il processo d'appello della Popolare di Vicenza

Sabato 13 Novembre 2021 di Gianluca Amadori
Processo BpVi in Corte d'Appello di Venezia
6

VENEZIA - Il processo d'appello per il crac della Banca Popolare di Vicenza inizierà tra breve, ma la Procura generale di Venezia sta incontrando qualche difficoltà per organizzarsi per  sostenere la pubblica accusa durante le prevedibili numerose udienze: oltre alle normali carenze di organico, infatti, si è aggiunta l'indisponibilità di uno dei magistrati, il quale è stato recentemente sospeso dal servizio in quanto no-vax e no-green pass. L'avvocato generale Giancarlo Buonocore, che svolge le funzioni di procuratore generale sta cercando in questi giorni una soluzione.

Magistrato sospeso senza stipendio

Al Palazzo di giustizia di Venezia si tratta del primo caso di applicazioni delle norme che vietano l'accesso sul luogo di lavoro ai dipendenti che non si sono vaccinati e che rifiutano anche di sottoporsi al tampone. In Tribunale e in Corte d'appello vi sono alcuni casi di personale di cancelleria che rifiuta di vaccinarsi, ma si sottopone al tampone e di conseguenza può continuare a lavorare. Il sostituto procuratore generale sospeso dal servizio e dallo stipendio non ha ritenuto di rilasciare alcuna dichiarazione.
 

Ultimo aggiornamento: 14 Novembre, 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci