Coronavirus Veneto: 545 nuovi positivi e 6 morti oggi. A Venezia 118 casi, 99 a Treviso. Belluno, 4 decessi Il bollettino

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Redazione Web
Bollettino della Regione Veneto del 9 ottobre ore 17
7

Coronavirus in Veneto, il bollettino di oggi. Nuovo incremento dei contagi: 545 nuovi positivi (397 nella notte e 148 nella giornata) rispetto a ieri sera. Sei i morti oggi 9 ottobre nei territori di Belluno (4) e Vicenza (2).

 Lo rileva il bollettino della Regione Veneto delle ore 17.

Il numero maggiore di nuovi infetti è a Venezia, con 118 casi (Mascherine, segnalazioni boom a Venezia: «Troppa gente non le indossa»), seguono Treviso con 99, Verona con 96, Vicenza con 83, Padova con 75, Belluno con 55. In totale gli attualmente positivi sono 5.549 (30.652 i positivi complessivi da inizio pandemia). In isolamento domiciliare ci sono 11.281 persone di cui 131 con sintomi. Va ricordato che il 95-96% dei positivi è asintomatico, come ha ricordato il governatore Zaia nei giorni scorsi.

Covid. Il professor Palù avverte: «Il virus si è adattato a noi, ma attenzione, d'inverno diventa più pericoloso»

Contagi nelle ultime 24 ore

Se si guardano i dati calcolando le 24 ore si parla di 545 contagi in più rispetto. Il dato dei positivi dall'inizio dell'epidemia ha superato di slancio la quota psicologica dei 30.000, per l'esattezza 30.652. Sei i morti oggi per un dato complessivo di 2.215 morti (tra ospedali e case di riposo).

Crescono le persone ricoverate, oggi 350 (erano 333 ieri sera), con 247 persone positive, di cui 20 in terapia intensiva (-1).

 

IL BOLLETTINO INTEGRALE - SCARICA IL PDF 

Covid, feste con gli amici e cene a casa: quali sono le regole?

Covid, dai matrimoni ai funerali: ecco dove il contagio corre. E spuntano le cene elettorali

 

 

 

 

Coronavirus, il dottor Rigoli: "Stabilire una soglia di carica virale, al di sotto si viene considerati negativi al Covid"

TREVISO - "Le persone positive al coronavirus con una carica virale molto bassa dovrebbero essere considerate negative. Il nodo è già stato condiviso da molti microbiologi. Auspichiamo che il ministero della Salute e l'Istituto superiore di sanità prendano posizione quanto prima, indicando una soglia sotto la quale inserire le persone tra i negativi, senza più bisogno di far scattare isolamenti, quarantene di 14 giorni e tamponi per tutti i contatti stretti".

 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre, 09:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA