Troppi positivi al Covid, niente numero legale: salta il Consiglio comunale

Martedì 7 Dicembre 2021 di Melody Fusaro
Spinea, la sera del Consiglio comunale la sera del 6 dicembre 2021

SPINEA - Il consiglio comunale, convocato per la giornata di ieri sera, è saltato a causa della mancanza del numero legale. All'origine, alcuni casi di positività al covid 19 tra i componenti della maggioranza che hanno costretto altri a procedere con i tamponi. Alla seduta, convocata per le 19.30, si sono presentati in sei: oltre al presidente del consiglio comunale Claudio Tessari, per la maggioranza era presente solo il sindaco Martina Vesnaver. Quattro invece i consiglieri di opposizione: Massimo De Pieri, Emanuele Ditadi, Davide Rossato e Paolo Barbiero. Quarantacinque minuti di attesa, pura formalità, ma nessun altro si è presentato, nemmeno in streaming, così come succedeva nei consigli precedenti. I contagi di Covid-19 stanno ricominciando a salire da qualche settimana e questa volta non hanno risparmiato nemmeno il consiglio comunale. Una riunione di maggioranza sembra essere all'origine della diffusione del virus. Una situazione che preoccupa, con i consiglieri che attendono rassicurazioni sullo stato di salute delle persone coinvolte e già risultate positive, e che ha inevitabilmente influito sulle presenze in consiglio.

All'ordine del giorno di una seduta totalmente dedicata a interrogazioni e mozioni dell'opposizione c'erano alcuni temi molto attesi. In particolare era stato inserito l'argomento proposto dalla minoranza, che chiedeva la convocazione di una seduta straordinaria per affrontare il tema dei fondi nazionali ai quali si potrebbe accedere per mettere a norma e sistemare gli appartamenti del Villaggio dei Fiori, di proprietà del Comune di Venezia, che da anni attendono interventi di manutenzione straordinaria. Altri temi in programma, ora rinviati, il progetto Seminare insieme, l'interrogazione sullo stato della palestra Belfiore, oggetto di un grosso intervento, e la mozione sulla revisione della durata degli incarichi delle posizioni organizzative del Comune. Quattro gli appelli, a distanza di un quarto d'ora, per rispettare la formalità. Ma il numero legale era ben lontano. Al termine della seduta la maggioranza ha detto che alla base dell'assenza non c'è un'intenzione precisa ma solo il problema sanitario. A causa di alcuni contagi, in attesa dei risultati dei tamponi molecolari, i consiglieri di maggioranza non hanno potuto presentarsi alla seduta odierna del consiglio comunale recita una nota diffusa dalla maggioranza, che fa sapere che erano comunque previste altre assenze per impegni. Recupereremo la seduta il prima possibile fa sapere il consigliere Marcello Gavagnin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA