Covid, regole per le feste. Autocertificazione, spostamenti, seconde case, visite ad amici e parenti, multe e coprifuoco

Sabato 26 Dicembre 2020
Covid, regole per le feste. Autocertificazione, spostamenti, seconde case, visite ad amici e parenti, multe e coprifuoco

A partire dalla vigilia di Natale l'Italia intera è stata zona rossa, senza distinzione tra Regioni. Non tutto il periodo delle vacanze, però, sarà dello stesso colore: ecco riassunte le regole da seguire fino a Befana in tutta Italia.

Regole fino a Befana

La regola generale è che fino al 6 gennaio 2021 non è possibile effettuare nessuno spostamento che implichi l'uscita dalla Regione in cui si vive o si ha la residenza. Sono però considerati sempre possibili i trasferimenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. Il governo ha comunque precisato che sarà sempre considerato un legittimo motivo di spostamento il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Torna l'autocertificazione (che serve sempre nei giorni rossi e in alcuni casi in quelli arancioni).


Da oggi al 6 gennaio, bar e ristoranti possono fare solo vendita da asporto. Nei giorni rossi restano aperte solo le attività di prima necessità come alimentari, farmacie, ferramenta, edicole, librerie, tabaccherie, parrucchieri e barbieri.

Prefestivi e festivi

I giorni con le restrizioni più rigide sono quelli prefestivi e festivi, dunque 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021.

28,29,39 dicembre e 4 gennaio

Nei restanti giorni, invece, il Paese tornerà ad essere zona arancione: e quindi il 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio. In questi giorni sarà possibile andare a fare visita ad amici e parenti all'interno dello stesso Comune, senza limitazioni. Il 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio i negozi resteranno aperti fino alle 21.

Coprifuoco

Vale sempre, invece, il divieto di circolazione tra le 22 e le 5, tranne che per il primo gennaio, giorno in cui è esteso fino alle 7 del mattino.

Multe

Per chi viola le regole è prevista una multa che, è bene ricordarlo, va da 400 a 1.000 euro, che possono aumentare fino a un terzo se la violazione avviene utilizzando un veicolo.


Visite ai parenti

Durante festivi e prefestivi, infatti, sarà possibile andare a trovare amici o parenti ma una sola volta al giorno e nel limite di due persone, che possono aumentare solo nel caso si tratti di portare con sé figli minori di 14 anni o persone disabili o non autosufficienti conviventi. Questi spostamenti sono consentiti anche verso altri Comuni purché sempre all'interno della stessa Regione.

Maggiore libertà di movimento è invece possibile il 28, 29 e 30 dicembre e il 4 gennaio. In quei giorni, infatti, sarà possibile andare a fare visita ad amici e parenti all'interno dello stesso Comune, senza limitazioni. Se invece si esce, si applicano le deroghe dei giorni rossi.

Diverso il discorso per chi vive in Comuni fino a 5mila abitanti: in quel caso si potranno raggiungere anche Paesi che si trovano in un'altra Regione purché nell'arco di 30 chilometri.

Genitori anziani

E se si hanno genitori anziani? Se sono in buona salute e vivono in un'altra regione, fino al 6 gennaio non sarà possibile andarli a trovare. Se hanno bisogno di assistenza invece si può andarli a trovare adottando precauzioni molto severe.


Seconde case

Sarà però possibile anche raggiungere le seconde case rispettando la fascia oraria 5-22, purché si trovino all'interno della stessa Regione.

Ultimo aggiornamento: 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA