Albergatore paga vigilantes contro gli assembramenti: multato turista senza mascherina

Domenica 15 Novembre 2020 di Giuseppe Babbo
Controlli a Jesolo
1

JESOLO - Divieto di assembramento e uso delle mascherine, sulla spiaggia arrivano anche le guardie giurate. E' l'iniziativa voluta da Matteo Rizzante, albergatore e gestore del ristorante Terrazza Sorriso, uno dei pochi locali fronte mare ancora aperti in città. Ma rispetto alle resse delle scorse settimane, per il primo giorno dell'ordinanza anti assembramento la spiaggia di Jesolo si è presentata deserta o quasi. A passeggiare nel lungomare sono stati quasi esclusivamente cittadini jesolani. A influire è stato anche il meteo, ieri meno favorevole rispetto agli ultimi weekend, in ogni caso è stata scongiurata la calata di massa avvenuta negli ultimi weekend. Per facilitare i controlli, nell'arenile dei Pioppi sono entrati in servizio anche due guardie giurate, con il compito di sensibilizzare gli ospiti all'uso della mascherina e ad evitare assembramenti.

«E' un servizio in più spiega l'albergatore Matteo Rizzante che vogliamo dare a chi sceglie la nostra città in questo momento. La stragrande maggioranza delle persone che ieri passeggiavano sulla spiaggia indossava la mascherina, chi invece la teneva abbassata appena vedeva i vigilantes la sistemava subito correttamente. E' un modo per aiutare l'Amministrazione comunale, controllare tutto l'arenile è difficile, se ognuno facesse la propria parte tutto sarebbe più facile. Mi piacerebbe che anche gli altri consorzi seguissero questo esempio. Si tratta di seguire quanto facciamo durante l'estate: nei mesi estivi tutto è perfetto, si tratta di fare altrettanto anche adesso, solo in questo modo Jesolo può essere una città viva tutto l'anno». 
Ma soprattutto può essere una città in linea con quanto previsto dalla nuova ordinanza regionale: «I messaggi di evitare assembramenti sono stati recepiti aggiunge Rizzante il meteo ha influito, ieri le presenze non erano minimamente paragonabili a sabato scorso, tuttavia prenotando è possibile raggiungere la città da fuori Comune e chi sceglie di alloggiare negli alberghi ancora aperti può passeggiare nella spiaggia. Il nostro servizio di vigilanza è un modo in più per far rispettare le nuove regole».

Da registrare che ieri i controlli della Polizia locale sono avvenuti per tutto il giorno, con una serie di accertamenti interforze intensificai nel pomeriggio tra la spiaggia e le principali vie di accesso a Jesolo. Diverse le persone controllate, mentre un residente di Trento è stato sanzionato con una multa di 400 euro perché sorpreso a passeggiare senza indossare la mascherina. I controlli hanno funzionato anche a Cavallino-Treporti, altra zona presa d'assalto nei fine settimana, soprattutto a Lio Piccolo. Ieri le auto in transito sono state il 36% di sabato scorso.
Giuseppe Babbo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 12:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA