La crisi del Gran Viale: affitti troppo cari, chiude l'Hostaria al Canton

Lunedì 24 Gennaio 2022 di Lorenzo Mayer
I titolari dell'Hostaria al Canton
1

LIDO - Affitto troppo alto e una concorrenza diventata serrata negli ultimi tempi troppi bar spuntati come funghi al Lido, negli ultimi anni, non solo nella stessa via, ma addirittura nella stessa zona. Per questi motivi l'Hostaria al Canton in Gran Viale Santa Maria Elisabetta, al civico numero 2 del viale principale, a due passi dagli imbarcaderi Actv, ha chiuso i battenti. Sabato è stato l'ultimo giorno, non senza un velo di malinconia e tristezza di lavoro per il titolare Christian Garbisa affiancato da due colonne, suoi stretti e fidati collaboratori, Valentina Rossi, e Hector Baez, quest'ultimo anche consigliere della municipalità del Lido e Pellestrina. Tre giovani che erano partiti per affrontare una nuova sfida lavorativa, credendo fortemente nel rilancio del Lido, quando, nove anni fa, Garbisa prese e avviò una nuova gestione.

PROBLEMA AFFITTI

Alla scadenza dell'attuale contratto, però, non si è trovato, tra le parti, un accordo soddisfacente per rinnovare l'intesa e quindi, per tutti è arrivato il momento di voltare pagina. Il locale è stato svuotato e ha chiuso in attesa di capire cosa succederà e cosa potrà riservare il futuro. Gli ultimi due anni di pandemia, certamente, come per tutti i bar, locali e ristoranti hanno pesato non poco. Il locale, pur in un punto strategico e di passaggio, si è trovato, in poco tempo, accerchiato da bar che prima non c'erano: solo per fare un esempio, sono diventati bar la storica agenzia di viaggi Trident, confinante proprio col Canton, e di fronte, l'ex centro Telecom. Che hanno aggiunto ulteriori opportunità, ma dello stesso genere, in un Gran Viale già ricco di offerta. La clientela, invece, è rimasta sempre la stessa, e il periodo estivo da solo non basta più a coprire le spese di gestione di un'annata intera. Garbisa e il suo team hanno ringraziato tutti i clienti del locale che era diventato un punto di riferimento per l'animazione serale dei lidensi.

COMMERCIO IN CRISI

Christian Garbisa e lo staff saranno protagonisti presto in altre sfide imprenditoriali. Intanto, però, per l'isola si svuota un fondo, e non si sa se e come verrà rimpiazzato. Un caso emblematico della stagione difficile del commercio lidense. La prima novità sarà che i tre giovani apriranno una collaborazione con la pasticceria Garbisa che torna interamente a gestione familiare dalla famiglia Garbisa come nel 1959 fondata dal nonno Pietro Garbisa e poi portata avanti dal figlio Maurizio e, d'ora in avanti, anche grazie alla collaborazione di Christian, nipote dello storico fondatore. Così l'isola cerca di fare al passo coi tempi, nonostante la crisi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci