Centro commerciale Gruppo Nico pronto al decollo: «C'è tanta voglia di crescere»

L'immobile è stato rilevato per 7 milioni di euro all'asta fallimentare ed è stato notevolmente ristrutturato. Il gruppo conta 13 sedi tra Italia e Polonia, la casa madre è a Cassola (Vicenza)

Venerdì 7 Ottobre 2022 di Sara Gardin
Inaugurazione del nuovo Centro Nico a Santa Maria di Sala

SANTA MARIA DI SALA - La svolta è arrivata. Si è tenuta ieri l'inaugurazione a porte chiuse del nuovo centro commerciale Nico che prenderà il posto dell'ex Tom Tommasini. L'immobile, rilevato per 7 milioni di euro all'asta fallimentare, dopo numerosi interventi di ristrutturazione oggi riapre al pubblico. Al taglio del nastro erano presenti, oltre all'intera famiglia Passuello, con Domenico Passuello fondatore del gruppo Nico spa, anche gli amministratori Laura Passuello, Stefano Lago, Andrea Pizzato e Maurizio Battaglia.

ASSUNZIONI
Nel corso della cerimonia di inaugurazione è stata più volte sottolineata l'importanza che per il gruppo Nico ricoprono le opportunità occupazionali: parte dei vecchi dipendenti dell'ex centro Tommasini sono stati infatti assunti, oltre ai nuovi collaboratori. «L'incontro tra nuove e vecchie generazioni, capaci di lavorare fianco a fianco con volontà, voglia di fare e determinazione ci ha permesso di crescere e diventare ciò che siamo oggi» ha detto l'amministratrice delegata Laura Passuello, figlia del fondatore del gruppo Nico, che sottolinea l'impegno anche ambientale e di sostenibilità che ha accompagnato i lavori di ristrutturazione. Il gruppo Nico nasce nel 1961 e ad oggi conta, con il nuovo centro, 13 sedi tra Italia e Polonia.

LE PROPOSTE
Nel nuovo punto vendita, oltre ai negozi Nico abbigliamento e calzature sono aperti anche l'ottica, una profumeria, una storica gioielleria e il bar. In rappresentanza dell'amministrazione comunale di Santa Maria di Sala erano presenti la sindaca Natascia Rocchi ed il presidente del consiglio comunale Nicola Fragomeni. La sindaca intervenuta durante la cerimonia ha voluto ricordare l'importanza che negli ultimi 50 anni ha avuto la realtà commerciale del centro Tom, omaggiando così l'ex proprietario Antonio Tommasini.
«L'obiettivo dell'amministrazione comunale - ha aggiunto la sindaca - è quello di avere un buon dialogo tra tutte le parti sociali del territorio: cittadini, imprenditori e lavoratori». Accanto all'amministrazione comunale salese era presente anche Aldo Maroso, sindaco di Cassola, paese originario dei fondatori di Nico e luogo dove il gruppo nacque. Il taglio del nastro è stato preceduto dalla benedizione di don Mirco Zoccarato, parroco di Caselle di Santa Maria di Sala.

Ultimo aggiornamento: 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci