Ceggia, 60 anni di puro amore, Antonio muore una settimana dopo la sua Francesca: «Per mano fino all'ultimo giorno»

Mercoledì 2 Novembre 2022 di Cristiano Pellizzaro
Ceggia, 60 anni di puro amore: Antonio, 88 anni, muore una settimana dopo la sua Francesca, 86: «Per mano fino all'ultimo giorno»

CEGGIA - Sessant’anni di vita assieme, legati da un amore talmente forte che nemmeno la morte è riuscita a spezzare. Sono morti a distanza di sette giorni, quasi a voler ridurre al minor tempo possibile la separazione dopo un’intera esistenza trascorsa insieme. Lei è morta domenica 23 ottobre, lui la domenica successiva, il 30.

LA COPPIA

Francesca Bandini e Antonio Mariani erano arrivati a Ceggia nel 1964. Lei originaria di Firenze, lui di Perugia, si erano conosciuti a Roma e subito innamorati perdutamente. «Papà era andato via di casa giovane, nel 1951, per arruolarsi in Aeronautica – racconta la figlia Rachele – Nel 1962 si sono sposati, e proprio il 2 settembre hanno festeggiato i 60anni di matrimonio, con una piccola festa in casa, mano nella mano». Nel 1964 la coppia si è trasferita a Ceggia, dove Antonio ha proseguito la carriera da sottufficiale nella locale base missilistica, allora in attività. «Si sono integrati subito nella comunità, dove sono stati bene accolti – continua la figlia –. In tanti in questi giorni sono venuti a farci sentire la vicinanza del paese e mi ha commosso sentire dire: “Tuo papà veniva da fuori, ma era uno di noi”».

IMPEGNO SOCIALE

La coppia, infatti, era coinvolta nel servire la comunità, ognuno a modo suo. Lui come militare, lei, casalinga, come catechista per i bambini del paese. E l’amore dei due si è tramutato ben presto in famiglia, con l’arrivo dei tre figli: Federico, Filippo e Rachele. Antonio è rimasto in servizio fino al 1991, anno in cui ha raggiunto la pensione. Qualche anno dopo è stato tra i fondatori della locale Associazione Arma Aeronautica, di cui è stato anche presidente. «Papà è sempre stato una persona molto patriottica, partecipava agli alzabandiera del paese. Era determinato e orgoglioso, ma con la famiglia si scioglieva, soprattutto con i nipoti. Diceva sempre di essere contento per aver avuto tante gioie nella vita. Prima fra tutte proprio la sua amata famiglia».

GLI ULTIMI GIORNI

Una coppia legatissima, sempre affiatata, complice in tutto e che non ha potuto stare separata più di sette giorni. Francesca è mancata il 23 ottobre, a 86 anni. Antonio il 30 ottobre, a 88. «Si tenevano sempre per mano, fino all’ultimo. Poi poco tempo fa sono stati ricoverati in ospedale perché non stavano bene, l’età era avanzata e mia mamma aveva una malattia degenerativa. Come peggiorava una, peggiorava inspiegabilmente anche l’altro, quasi a non voler restare l’uno senza l’altra. In tanti si promettono amore eterno e loro sono veramente riusciti a mantenere quella promessa. Lasciano davvero un grande insegnamento d’amore a tutti noi, oltre che un grande vuoto».

I FUNERALI

Mercoledì 26 ottobre la chiesa parrocchiale di Ceggia dedicata a “San Vitale Martire” ha ospitato le esequie di Francesca, mentre oggi, alle 10.30 ci saranno quelle di Antonio. Una coppia ora unita nuovamente, per l’eternità.

Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 11:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci