Brindisi letterario con Matteo Bellotto per il Ferragosto "caorlino"

Mercoledì 12 Agosto 2020 di Redazione online
CAORLE - Gli incontri letterari di Porto Santa Margherita di Caorle proseguono  ogni venerdì e dopo Giulio Freschi (e il suo Clara Kombinadisastri) ecco che  il 14, vigilia di Ferragosto, sarà in piazza alla fine di corso Genova dalle 21 lo scrittore  Matteo Bellotto con le sue Storie di vino e di Friuli Venezia Giulia (Biblioteca dell'Immagine).

A chiudere la rassegna il 21 agosto Mattia Zadra con Farfallla ma anche un "fuori programma" giovedì 20: alle 21 sarà infatti il giornalista e manager trevigiano Prando Prandi a presentare la sua City Guide del capoluogo della Marca scritta con Ennio Ciaccia.

La rassegna è curata da Gemma Canzoneri con la libreria Gabbiani di Alessandro Castriotta e ha il patrocinio del Comune di Caorle e dell'associazione proprietari di Porto Santa Margherita.



IL LIBRO DI VENERDI' 14
Il Friuli Venezia Giulia è una terra di "romanzi" vissuti, intimi, famigliari, non raccontati, a volte dimenticati. Storie di vino è una raccolta che si muove nello spazio del necessario, di ciò che serve per toccare l'anima profonda di una terra troppo spesso nascosta a se stessa, capace di enormi profondità ma anche di terribile superficie. Sono storie raccolte andando ad ascoltare la voce delle persone, sentendo i rumori delle osterie, guardando la faccia del paesaggio, lasciando però a casa ogni retorica. Il vino, in queste pagine, diventa un medium, una chiave, un collante che permette una lettura delle identità e dei territori e che permette alle diverse voci di esprimersi. Non solo, il vino e il suo potere evocativo, trovano qui, abbinati di capitolo in capitolo, decine di citazioni da retroscena: indicazioni letterarie, cinematografiche, musicali, enologiche e territoriali. Storie di vino durano il tempo di un bicchiere, il tempo che ognuno si concede per ascoltare e parlare, come accade tutti i giorni nei bar dei nostri paesi.

Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA